"Diario di uan schiappa" in latino

Il latino ai tempi di Twitter e di Facebook, Monsignor Gallagher a Pordenonelegge

Monsignor Daniel Gallagher è stato a Pordenonelegge per presentare il suo bestseller Commentarii de inepto puero, traduzione in latino del successo di Jeff Kinney
Il latino ai tempi di Twitter e di Facebook, Monsignor Gallagher a Pordenonelegge

PORDENONE – Monsignor Daniel Gallagher è stato a Pordenonelegge per presentare il suo bestseller Commentarii de inepto puero, traduzione in latino del successo di Jeff Kinney, che permette di scoprire le avventure narrate da Greg (anzi Gregorius!) in quella che si pensava fosse una lingua morta. Daniel Gallagher è uno dei sette – e sono gli unici al mondo – a far parte dell’ “Ufficio di lettere latine”, dove gli impiegati parlano tra loro in latino, anche di calcio – rivela- il lunedi. Questo accade nella Segreteria di Stato in Vaticano. I sette magnifici sono sacerdoti: tre polacchi, due italiani, uno spagnolo e un americano. Li dirige appunto padre Daniel Gallagher, 45 anni, americano del Michigan, che parla e soprattutto pensa in latino, come i suoi colleghi. Padre Daniel e i suoi scrivono e traducono i documenti in latino e poi i tweet di papa Francesco.

 

IL LATINO ECCLESIASTICO – “ La traduzione dei documenti è semplice – spiega- perché il latino è sempre stata la lingua della Chiesa, in un certo senso diventa più complicato parlare di calcio o di fatti di cronaca contemporanea”. Per questo ci sono i neologismi latini che vengono scelti in base a una gravitas tutta ciceroniana. Ad esempio, come tradurre Facebook?  Ci sono due opzioni , una più letterale che ricorre a una perifrasi Liber facierum o altrimenti prosobiblion più sintetica e più in sintonia con i tempi e con quanto avrebbe pensato Cicerone.  Nume che ricorre spesso nella conversazione di Monsignor Gallagher che spiega anche perché Twitter sia diventato Pagina publica breviloquentis. “ Tweet significa cinguettio- spiega – che in latino ricorre in Catullo con il verbo pipiare, una parola con un suono poco autorevole. Ecco che Cicerone con il suo brevi loquens soccorre chi parla e scrive in latino nel 2016. Il profilo Twitter di papa Francesco in latino è più seguito di quello dell’arabo, del polacco e del tedesco con quasi 335 mila followers e sta insidiando il francese.

 

LATINO LUNGUA VIVA, SOPRATTUTTO A SCUOLA – La scelta di tradurre un best seller per bambini è stata della casa editrice Il Castoro e Padre Gallagher si è piegato volentieri a questa scelta per amore del latino e per farlo ridiventare una lingua viva. “ Ho pensato soprattutto – spiega – a come gli insegnanti possano usare qualche pagina del libro per far piacere il latino in modo diverso ai ragazzi: così qualche volta ho forzato il testo in modo da renderlo, in qualche modo, didattico, ad esempio utilizzando la polifunzionalità di ut in modo ravvicinato. Ecco, il mio sogno sarebbe anche scrivere un manuale di attività ad uso dei docenti perché il latino diventi una lingua amata dai ragazzi”. In qualche paese lo è già, in Italia le resistenze a questo metodo nuovo sono più forti. Ma padre Gallagher non si scoraggia e pensa già ad un altro sogno nel cassetto: la traduzione in latino delle Cronache di Narnia.

 

Alessandra Pavan

© Riproduzione Riservata
Commenti