LIBRI - A Firenze, sui taxi, ci si scambia i libri

Il bookcrossing arriva ”in taxi” a Firenze

Il bookcrossing sta davvero conquistando tutti. Lo scambio di libri, nato all’estero, è arrivato anche in Italia dove si sta facendo conoscere sempre più. Dopo le Biblio cabina telefonica nata a Roma, ora anche Firenze diventa protagonista con il bookcrossing...

Salire su un taxi e trovare sul sedile un libro, con una dedica, rivolta proprio a voi. Poche parole scritte da uno scrittore sconosciuto che vi invitano a leggere quel libro, e a lasciarne un altro. Proprio come lui ha fatto con voi. Si tratta del bookcrossing, una staffetta di libri, che ora ha contagiato anche Firenze

MILANO – Il bookcrossing sta davvero conquistando tutti. Lo scambio di libri, nato all’estero, è arrivato anche in Italia dove si sta facendo conoscere sempre più. Dopo le Biblio cabina telefonica nata a Roma, ora anche Firenze diventa protagonista con il bookcrossing che, in questo caso, arriva direttamente in taxi.

GIUNTI EDITORE – Da novembre fino alla fine di marzo, infatti, se vi capita di passare qualche giorno a Firenze non dimenticatevi di prendere un taxi. Al suo interno ci potrete trovare una piacevole sorpresa: un libro. Il comune Toscano, insieme a Giunti Editore, in occasione della settimana della cultura hanno dato vita all’iniziativa “Lascia un libro in taxi”, un progetto che ha l’unico scopo di divulgare l’amore per i libri e la lettura.

IL BOOKCROSSING -Il Bookcrossing nasce in Serbia nel 1970. Nel 2000 l’iniziativa spopola su internet, partendo dagli Stati Uniti. Tramite il web ogni utente può iscriversi e iniziare a far viaggiare i propri libri, lasciandoli in giro, magari in posti insoliti o trafficati per fare in modo che qualcuno li possa trovare e prendere, ma non prima di averli registrati ed etichettati. Il Bookcrossing è un’attività globale, conta iscritti in più di 130 paesi del mondo. La maggior parte degli iscritti si conta soprattutto negli USA. Mentre di giorno in giorno la comunità europea cresce.

19 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti