I libri adatti a chi soffre il caldo

I 5 libri che ci aiutano a combattere il caldo

Da ieri è finalmente arrivato il caldo estivo che aspettavamo da tanto. Brevi trasferte al lago, piscine piene, bottiglietta d’acqua sempre a portata di mano. Insomma, ogni metodo è buono per sopportare gli oltre trenta gradi...

Finalmente il caldo estivo è arrivato anche da noi: sole, temperature che superano i  30 gradi e, di conseguenza, voglia di mare e di vacanza. Anche in questo caso, i libri vengono i nostro soccorso. Come?

MILANO – Da ieri è finalmente arrivato il caldo estivo che aspettavamo da tanto. Brevi trasferte al lago, piscine piene, bottiglietta d’acqua sempre a portata di mano. Insomma, ogni metodo è buono per sopportare gli oltre trenta gradi che da domenica ci accompagnano nella nostra giornata. La voglia di vacanza, adesso, comincia a farsi sentire ma visto che mancano ancora un bel po’ di settimane, perché non farci aiutare dai nostri libri? Eh sì, anche loro ci possono far sopportare meglio il caldo estivo. Come? Basta scegliere quelli che raccontando di paesaggi esotici, di avventure sul mare e ci danno una mano a volare con la fantasia. Ecco quindi, una breve lista dei 5 libri che ci possono aiutare a combattere il caldo

KON – TIKI di Thor Heyerdahl  – Questo non è uno dei soliti resoconti di viaggio, ma la storia vera di sei uomini che hanno sfatato un’eresia scientifica con l’aiuto di una zattera di balsa, suscitando grande scalpore nel mondo degli esperti. Nel 1947 Thor Heyerdahl, con cinque compagni di viaggio, attraversa l’Oceano Pacifico, dalle coste del Perù alla Polinesia su una primitiva zattera di legno di balsa. I componenti della spedizione rivivono la leggendaria fuga del dio Kon-Tiki dalle coste americane, nell’intento di spiegare la curiosa somiglianza fra i documenti culturali della Polinesia e quelli della civiltà preincaica. Un diario di viaggio e di avventure, appassionante e ironico, che ha fatto sognare intere generazioni.

UN VAGABONDO NEI MARI DEL SUD di Bernard Moitessier – Partito da Singapore nel 1952 con la sua giunca Marie-Thérèse, Moitessier fronteggiò in navigazione solitaria il monsone dell’Oceano Indiano, approdando infine sugli scogli dell’arcipelago Chagos. Sull’isola di Mauritios riuscì a guadagnarsi da vivere e a costruire con le proprie mani il Marie-Thérèse II, l’imbarcazione destinata a risalire l’Atlantico per portarlo fino a Trinidad. Nel mare delle Antille il navigatore perse anche questa barca. Da allora Moitessier ha doppiato Capo Horn un paio di volte e si è avventurato in un giro del mondo solitario senza scalo.

ROBISON CRUSOE di Daniel Defoe – Pubblicato nel 1719, ‘Robinson Crusoe’ ottenne fin dal primo apparire un enorme successo, dovuto oltre che alla moda dei racconti di viaggio, alla scrittura semplice ed elegante e al fascino di un eroe che incarna tutte le virtù della classe media inglese e diventa icona dello sviluppo cosiddetto civile. Nel suo rapporto con il ‘selvaggio’ Venerdì, di cui è padrone e precettore, l’astuto Robinson prefigura così il colonialismo britannico. E la sua solitudine di naufrago si fa scelta, conseguenza inevitabile del dominio, oltre che allegoria della condizione esistenziale dell’uomo.

L’ISOLA DI SELKIRK di Diaana Souhami – La vera storia di Alexander Selkirk, l’uomo cui Daniel Defoe si è ispirato per il suo personaggio: Robinson Crusoe. Correva l’anno 1704 quando il tempo si fermò per questo eroe che fu recuperato solo quattro anni e cinque mesi dopo il naufragio, da un vascello di passaggio. 1606 giorni di sopravvivenza e di adattamento che sfociarono in una resa totale ai ritmi dell’Isola, dove l’unica legge è la più spietata selezione naturale.

CORPI AL SOLE di Agatha Christie – La bella e famosa attrice Arlena Marshall è in vacanza con il marito e la figliastra sull’isola del Contrabbandiere. La sua personalità è al centro delle discussioni che avvengono nell’albergo, chi la definisce una rovina famiglie, chi una mangiatrice di uomini. Ma lei e il marito sembrano non accorgersi di tutte queste chiacchiere. Una mattina Arlena viene trovata morta su una spiaggia dell’isola. Chi l’ha uccisa? Perché è stata uccisa? A questi interrogativi risponderà con il suo insolito acume Hercule Poirot, anche lui presente sull’isola in vacanza.

9 giugno 2014
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti