Libri di paura

I 10 libri più spaventosi secondo i lettori

Vi abbiamo chiesto quali sono i libri che vi hanno spaventato di più, ecco la classifica dei titoli più citati
I 10 libri più spaventosi secondo i lettori

MILANO – Molti pensano erroneamente che niente possa far più paura di un film horror, ma gli amanti della lettura sanno benissimo che alcuni libri, letti in determinate circostanze, possono fare molta più paura. Nella lettura non entra in gioco solo la storia, ma anche la caratterizzazione dei personaggi, l’atmosfera e il linguaggio utilizzato dallo scrittore. Non vi è mai capitato di essere così immersi nella lettura da sobbalzare per alcuni rumori di casa? La suspance, trasmessa attraverso le parole e lo stile di scrittura, può essere molto più inquietante della scena di un film. Vi abbiamo chiesto quale fosse il libro più pauroso che avete letto attraverso un sondaggio, ecco la classifica che ne è risultata.

.

1) “It di Stephen King

Uno dei libri più famosi di Stephen King è stato giudicato da voi lettori il libro più pauroso che abbiate mai letto. In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risveglia da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: It. E quando, molti anni dopo, It ricompare a chiedere il suo tributo di sangue, gli stessi ragazzini, ormai adulti, abbandonano la famiglia e il proprio lavoro per tornare a combatterlo. E l’incubo ricomincia. Una storia che ha segnato l’adolescenza di molti. “It”, una parola che molti hanno ancora paura di pronunciare.

.

2) “La Metamorfosidi Franz Kafka

Nell’autunno del 1912, a Praga, tra 17 novembre e il 7 dicembre, Franz Kafka scrisse “La metamorfosi”, l’incubo sotterraneo e letterale di Gregor Samsa, un commesso viaggiatore che si sveglia un mattino dopo sogni agitati e si ritrova mutato in un enorme insetto. Una metafora dell’esistenza, una metafora di vita. Una narrazione che rende tremendamente reale ciò che descrive e che ha impressionato milioni di lettori.

.

3) “Shiningdi Stephen King

Ancora Stephen King sul podio dei libri più spaventosi. Questa volta si tratta di Shining, libro del 1997, che racconta la storia ambientata all’Overlook, uno strano e imponente albergo che domina le alte montagne del Colorado, teatro di numerosi delitti e suicidi e sembra aver assorbito forze maligne che vanno al di là di ogni comprensione umana e si manifestano soprattutto d’inverno quando l’albergo chiude e resta isolato per la neve. Uno scrittore fallito, Jack Torrance, con la moglie Wendy e il figlio Danny di cinque anni, accetta di fare il guardiano invernale all’Overlook ed è allora che le forze del male si scatenano…

.

4) “Draculadi Bram Stoker

Scritto da Bram Stoker nel 1897, fin dal suo primo apparire Dracula ha fornito l’archetipo alle numerose storie di vampiri che si sono succedute nella letteratura e nel cinema. Nel tratteggiare la figura delo conte, Bram Stoker ha dato fondo a tutte le risorse della sua fantasia e a tutti gli espedienti di un calibratissimo mestiere. Da queste pagine si sprigiona così una magia che giunge fino alle soglie dell’incubo. Dracula rappresenta infatti in modo del tutto originale l’eterna vicenda della lotta tra il Bene e il Male…

.

5) “La casa stregatadi Howard P. Lovecraft

Questo romanzo è ispirato a dei fatti realmente accaduti e questo rende tutto già più inquietante. “All’angolo nord est di Bridge Street ed Elizabeth Avenue, si trova una casa terribilmente vecchia, un luogo infernale, con una superficie nerastra, non verniciata, il tetto ripido in maniera innaturale e una scala esterna che conduce al secondo piano, soffocata da un groviglio di edera talmente fitta, che non si riesce nemmeno a descriverne la forma. Mi ricorda Casa Babbit a Benefit Street a Providence (…)” Antichi orrori che si risvegliano, il soprannaturale che opprime la quotidianità e rituali esoterici fanno risalire le radici della sua narrativa alle angosce e agli incubi più oscuri dell’animo umano.

.

6) “La notte di Salemdi Stephen King

La narrativa di Stephen King unita al soggetto di Bram Stoker, una trama potenzialmente esplosiva. Una casa abbandonata, un paesino sperduto, vampiri assetati di sangue. Protagonista della storia è Ben Mears, uno scrittore che torna ai luoghi della sua infanzia, la buona, vecchia provincia americana., per esorcizzare una terribile esperienza avuta da ragazzino a Casa Marsten, il tetro e minaccioso edificio che domina il villaggio. Ora la spettrale dimora l’accoglie a occhi aperti, o meglio, a finestre illuminate. Ma chi è il sedicente signor Barlow, il nuovo proprietario? Perché la sua presenza è percepibile solo dopo il tramonto?

.

7) “Sandmandi Hoffman

Un racconto di E.T.A. Hoffmann pubblicato nel 1815. Il romanzo inizia in forma epistolare, nella prima lettera inviata dal protagonista, Nathanael, all’amico Lotario  veniamo a conoscenza di alcuni fatti legati all’infanzia del giovane studente universitario. Nathanael ricorda infatti come la madre, in alcune circostanze, fosse solita convincere lui e i suoi fratelli ad andare a letto ricorrendo alla favolosa minaccia della venuta dell’uomo della sabbia, un mostro che avrebbe cavato gli occhi ai bambini che si rifiutavano di dormire e che li avrebbe poi dati in pasto ai suoi figli…

.

8) “La casa della lunga estate di Barbara Vine

Nell’estate del 1976 un gruppo di amici diciannovenni trascorre una vacanza in una grande casa di campagna nel Suffolk. Poi i giovani si separano con l’accordo di non rivedersi mai più. Dopo dieci anni, i nuovi proprietari della casa, scavando una fossa trovano resti umani. Inquietante a dir poco, qualche teoria su cosa possa essere accaduto ai protagonisti?

.

9) “La casa d’infernodi Richard Matheson

Il titolo del romanzo non lascia molto all’immaginazione. La casa non è altro che un antico palazzo infestato, le cui mura hanno visto scene di orrore inimmaginabili. Due tentativi di investigarne i misteri si sono conclusi terribilmente. Ora si prepara una nuova spedizione: quattro persone entrano in quel luogo misterioso, determinate a sondare gli ultimi segreti di vita e di morte che vi si celano…

.

10) “In quelle tenebre” di Gitta Sereny

Il caso di Franz Stangl, comandante di Treblinka. Una sconvolgente indagine che rompe il silenzio sugli antecedenti e l’organizzazione dei campi di sterminio, e sulle complicità che hanno aiutato molti responsabili a fuggire. Una storia, purtroppo vera, che ci aiuta a far luce sugli errori e orrori di cui si è resa protagonista l’umanità.

.

© Riproduzione Riservata
Commenti