Bestseller...ma non per tutti

I 10 libri più sopravvalutati secondo i lettori

Scopriamo insieme quali sono stati i libri più citati e quelli che hanno creato maggior dibattito, scatenando dei veri e propri confronti accesi tra chi difendeva e chi criticava questa o quell'opera.
I 10 libri più sopravvalutati secondo i lettori

MILANO – Ammettiamolo: non tutte le opere uscite in libreria godono di un consenso universale da parte dei lettori: ci sono opere che, secondo molti, non meritavano l’attenzione che hanno avuto. Ci sono libri popolari considerati in partenza campioni di vendite, ma che in realtà non si sono rivelati così buoni, oppure libri che sono stati considerati dei veri e propri “must have” da accademici ed addetti ai lavori, ma non sono stati compresi bene dal pubblico. In passato abbiamo stilato una classifica tratta da listverse.com; stavolta, abbiamo chiesto ai lettori di Libreriamo quali sono secondo loro le opere letterarie più sopravvalutate di tutti i tempi. Per ogni libro, abbiamo riportato alcune delle criticità che i nostri lettori hanno fatto emergere. Scopriamo insieme quali sono stati i libri più citati e quelli che hanno creato maggior dibattito, scatenando dei veri e propri confronti accesi tra chi difendeva e chi criticava questa o quell’opera.

Premessa

L’intento di questo articolo non è quello di denigrare questo o quel libro, o di darne un valore qualitativo o assoluto, ma soltanto quello di generare dibattito, confronto tra diversi punti di vista, e magari far emergere “quello che molti pensano ma nessuno ha il coraggio di dire”, partendo però due semplici presupposti, presi in prestito da due nostri lettori: “un buon libro resta un buon libro, a prescindere da chi non è in grado di apprezzarlo” e “tutti i libri insegnano qualcosa, ogni libro tocca il cuore di qualcuno…“.

 

50 Sfumature – La trilogia di E. L. James

Per curiosità ho letto giusto qualcosa, ma ho interrotto perché proprio non riuscivo a proseguire. Da amante della letteratura ottocentesca, una sofferenza!

 

Il codice Da Vinci di Dan Brown

“Romanzo che ha un intreccio a volte interessante, ma che riporta diverse inesattezze dal punto di vista storico , imbarazzanti. Per me è stato a suo tempo, sopravvalutato.”

 

Il piccolo principe di Antoine de Saint Exupery

“A me sembrano metafore assurde e concetti di senso comune posti in maniera troppo sdolcinata.”

 

I romanzi di Paulo Coelho

“I suoi libri li lascio sempre a metà. Troppo filosofo, mi ha fatto addormentare”

 

I libri di Fabio Volo

“Le sue opere sono piene di retoriche banalità”

 

Eragon di Christopher Paolini

“Ha fatto scalpore per via della giovane età dell’autore, ma per il resto è un fantasy tutt’altro che originale…Si, per carità, si legge ed è anche coinvolgente, ma da lì a considerare Paolini il nuovo Tolkien mi sembra abbastanza esagerato….”

 

Va dove ti porta il cuore di Susanna Tamaro

“Libro noioso, ha deluso le mie aspettative”

 

I pilastri della Terra di Ken Follett

“Dopo circa 20 anni, mi è capitato finalmente di leggerlo ma ne sono rimasta delusa. Troppo prolisso, non è riuscito a farmi affezionare ad un solo personaggio. Non vedevo l’ora di finirlo ma per il motivo sbagliato! Eppure la trama interessante di base c’era.”

 

Il giovane Holden di J. D. Salinger

“Molto sopravvalutato… Anzi non capisco come sia diventato un cult… tra l’altro sempre citato!”

 

La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano

“Avevo grandi aspettative invece nulla di eccezionale!”

 

© Riproduzione Riservata
Commenti