Giornata nazionale per la promozione della lettura, i 30 libri capaci di appassionare alla lettura

In questa giornata, vi proponiamo una serie di libri capaci di lasciare un'impressione molto profonda e che forse hanno anche cambiato la vita di un lettore

MILANO – Oggi è la ‘Giornata nazionale per la promozione della lettura’, istituita per rafforzare il ruolo della lettura quale strumento insostituibile per lo sviluppo e la diffusione della cultura. La prima ‘Giornata nazionale per la promozione della lettura’ si è svolta nel 2009 e si rinnova anno dopo anno. Ci sono libri che hanno lasciato un’impressione molto profonda e che forse hanno anche cambiato la vita di un lettore, o più in generale di una persona che non amava leggere e che, proprio grazie al consiglio di un amico accanito lettore, o semplicemente incuriosito da un’iniziativa legata alla promozione della lettura, ha deciso di lasciarsi travolgere da questa imparagonabile passione. A tal proposito, il sito Bookriot ha realizzato un sondaggio per i suoi lettori dal quale sono emersi i 30 libri che hanno segnato maggiormente la propria vita. Siete d’accordo con questa classifica?

 

1. IL BUIO OLTRE LA SIEPE di Harper Lee: in un cittadina del profondo sud degli stati Uniti, l’onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d’ufficio di un negro accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrare l’innocenza, ma il negro sarà ugualmente condannato a morte. la vicenda è raccontata dalla piccolo Scout, la figlia di Atticus, una bambina che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso. nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell’infanzia che è un po’ di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte, in pagine di grande rigore stilistico e condotte con una bravura eccezionale.

 

2. HARRY POTTER, serie letteraria di J.K. Rowling: è una serie di romanzi fantasy suddivisa in sette volumi, ideata dalla scrittrice J. K. Rowling all’inizio degli anni novanta e concretizzata tra il 1997 e il 2007. L’opera, ambientata nell’Inghilterra degli anni novanta, descrive le avventure del giovane mago Harry Potter e dei suoi migliori amici, Ronald Weasley ed Hermione Granger. L’ambientazione principale è la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, dove vengono educati i giovani maghi del Regno Unito e non solo. Harry Potter è esploso nel 1997 come fenomeno letterario in Inghilterra, dove in quell’anno il primo romanzo della serie usciva col titolo Harry Potter and the Philosopher’s Stone. Nel 1998 il successo attraversa la Manica e si propaga per il mondo.

 

3. STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI di Markus Zusak: Germania, 1939. Tutto il Paese è col fiato sospeso. La Morte non ha mai avuto tanto da fare. Ed è solo l’inizio.  Il giorno del funerale del fratellino, la piccola Liesel raccoglie per strada un libro seminascosto dalla neve, e la sua vita cambia per sempre. Perché, da quel momento, la bambina impara a leggere. Ben presto Liesel inizia a sottrarre i libri dai roghi nazisti, decisa a salvarne uno ogni volta che ne ha l’occasione. Ma sono tempi difficili e il mondo di Liesel non sarà mai

 

4.  1984 di George Orwell: uno dei più celebri romanzi di George Orwell, pubblicato nel 1949 ma iniziato a scrivere nel 1948 (anno da cui deriva il titolo, ottenuto appunto dall’inversione delle ultime due cifre). È stato definito il romanzo distopico per eccellenza. In un futuro prossimo (l’anno 1984) la Terra è divisa in tre grandi potenze totalitarie perennemente in guerra tra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia che sfruttano la guerra perenne per mantenere il controllo totale sulla società. Il protagonista del romanzo, Winston Smith, è un membro subalterno del partito, incaricato di ‘correggere’ i libri e gli articoli di giornale già pubblicati, cioè modificarli in modo da rendere riscontrabili e veritiere le previsioni fatte dal partito; egli inoltre si occupa di modificare la storia scritta, contribuendo così ad alimentare la fama di infallibilità del Partito stesso.

 

5.  IL RACCONTO DELL’ANCELLA di Margaret Atwood: è un romanzo distopico scritto nel 1985. Ambientato in un futuro prossimo, in una teocrazia totalitaria che ha rovesciato il governo degli Stati Uniti, Il racconto dell’ancella esplora i temi della sottomissione della donna e dei vari mezzi che possono adottare per poter agire nel mondo. Il titolo del romanzo si ispira a quelli usati da Geoffrey Chaucer nei Racconti di Canterbury (come Il racconto del Mercante, Il racconto del Frate, ecc).

 

Di seguito, ecco le altre opere presenti in classifica

6.  LA BIBBIA

7. COLPA DELLE STELLE di John Green

8. LA STRADA di Cormac McCarthy

9. FURORE di John Steinbeck

10. AMATISSIMA di Toni Morrison

11. IL SIGNORE DEGLI ANELLI di J.R.R. Tolkien

12. DELITTO E CASTIGO di Fëdor Dostoevskij 

13. JANE EYRE di Charlotte Bronte

14. IL GIOVANE HOLDEN di J.D. Salinger

15. LA VALLE DELL’EDEN di John Steinbeck

16. FAHRENHEIT 451 di Ray Bradbury

17. IL GRANDE GATSBY di F. Scott Fitzgerald 

18. IL CACCIATORE DI AQUILONI di Khaled Hosseini

19. THE GIVER di Lois Lowry

20. NOI SIAMO INFINITO di Stephen Chbosky

21. I MISERABILI di Victor Hugo

22. CENT’ANNI DI SOLITUDINE di Gabriel Garcia Marquez

23. LA CAMPANA DI VETRO di Sylvia Plath

24. NON LASCIARMI di Kazuo Ishiguro

24. LA RIVOLTA DI ATLANTE di Ayn Rand 

25. COMMA 22 di Joseph Heller

26. IL COLORE VIOLA di Alice Walker

27. IL DIARIO DI ANNA FRANK

28. INFINITE JEST di David Foster Wallace

29. LOLITA di Vladimir Nabokov

30. LA NOTTE di Elie Wiesel


 

© Riproduzione Riservata