LIBRI - La nuova tecnologia aiuta i ciechi a leggere

FingerReader, ecco l’anello che aiuta i non vedenti a leggere i libri

Il progetto è nato nel 2011 e piano piano sta prendendo piede. Si chiama Finger Reder, è un anello elettronico che permette ai non vedenti di leggere un libro. Il prototipo, sviluppato dal MIT Media Lab e prodotto con una stampante 3D...

Scorrere con il dito sulla pagina di un libro e sentire le parole di quella storia, una dopo l’altra. Un’operazione semplice per molti appassionati lettori ma solo un sogno per i non vedenti. Ora arriva la soluzione. Si chiama FingerReader: il dito che sa leggere

MILANO – Il progetto è nato nel 2011 e piano piano sta prendendo piede. Si chiama Finger Reder, è un anello elettronico che permette ai non vedenti di leggere un libro. Il prototipo, sviluppato dal MIT Media Lab e prodotto con una stampante 3D, non è altro che un anello intelligente in grado di riprendere e ripetere ciò che registra e lo spiega Bookpatrol.

COME FUNZIONA – E’ molto semplice. Basta indossare l’anello e poi cominciare a farlo scorrere riga per riga. FingerReader, grazie alla telecamera, riprenderà tutte le parole e le convertirà in traccia audio. Et voilà: il libro prenderà vita, anzi, voce. Ma un non vedente, come fa a comprendere dove inizia e dove finisce la frase? FingerReader ha pensato anche a questo: un sistema di vibrazione avviserà il lettore che è arrivato alla fine della riga e che deve andare a capo. Vibrerà nuovamente all’inizio della frase.

E IL BRAILLE? – FingerReader per il momento è ancora un prototipo e ci vorrà sicuramente molto tempo prima che questa nuovissima tecnologia possa diventare fruibili per i non vedenti. Gli ideatori, fanno sapere che non sostituirà il Braille, ma sicuramente molti prodotti cartacei non saranno più un ostacolo. Per darvi una dimostrazione di come funziona, qui sotto vi proponiamo il video di presentazione.

21 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti