Consigli di lettura per la bella stagione

Estate, i 10 libri da leggere sotto l’ombrellone

Se state scegliendo un libro da leggere durante le lunghe vacanze estive perché avete due-tre settimane per rilassarvi sulla spiaggia godendosi il sole o in montagna assorbendo le bellezze e l'aria fresca, potete acquistarne più di uno...

Siete già pronti per la stagione estiva letteraria? Che cosa vi piacerebbe leggere? Da ‘La ragazza dello Sputnik’ di Haruki Murakami‘Tenera è la notte’ di Francis Scott Fitzgerald, ecco un elenco di libri da godersi in estate

 

MILANO – Se state scegliendo un libro da leggere durante le lunghe vacanze estive perché avete due-tre settimane per rilassarvi sulla spiaggia godendosi il sole o in montagna assorbendo le bellezze e l’aria fresca, potete acquistarne più di uno. Se vi piace la lettura anche durante la pausa pranzo nel parco o nel  giardinetto più vicino per distrarvi dalla quotidianità, o alla sera sul terrazzo, oppure nel weekend che d’estate sembra più lungo grazie ai tramonti tardivi, vi possiamo aiutare nella scelta. Gli amanti dei gialli, delle opere moderne, dei grandi classici, delle storie strane con fine inaspettata, dei racconti brevi e dei romanzi da quattrocento pagine, cercheremo di soddisfare tutti i lettori appassionati. Dei gusti non si discute. I libri che vi proponiamo hanno una sola cosa in comune – la parola ‘estate’, che sia il titolo o la stagione in cui si svolge la storia. L’estate sta bussando alle nostre porte. Si parte!

 

‘COME UN PETALO BIANCO D’ESTATE’ di Leah Hager Cohen, Garzanti Libri, 2013, 336 pagine.

«Con straordinario talento l’autrice disegna personaggi che riflettono le contraddizioni e i pregi di ognuno di noi.» – San Francisco Chronicle.

Leah Hager Cohen è la nuova stella nascente della letteratura americana, già autrice di numerosi libri di narrativa e saggistica, ha conquistato pubblico e critica con Come un petalo bianco d’estate. Il libro è stato acclamato dalla critica, premiato dall’associazione dei librai indipendenti americani, e ha scalato le classifiche del «New York Times». Una storia potente sull’amore e sul perdono, sulla forza, la speranza e il coraggio. Il coraggio di una madre capace di illuminare i momenti più bui, restituendo l’amore anche quando sembrava perduto.

Un inizio fulminante,da togliere il respiro. Un romanzo triste, coinvolgente, con personaggi tutti ben delineati. E’ ricco di riflessioni sull’amore in tutte le sue declinazioni, sul valore della vita e della speranza che ne è il motore, sulla morte e le sue ripercussioni, sulla famiglia centro e approdo di tensioni e conflitti.  Un racconto che tocca corde importanti della sensibilità delle donne, specie delle madri, ma che pone anche importanti domande sul ruolo che le madri lasciano ai padri. Un romanzo che merita di essere letto.

 

‘LIBRO D’ESTATE’ di Graziano Di Benedetto, youcanprint, 2012, 206 pagine.

Libro d’Estate narra le vicende di Marco, uno giovane torinese in lotta contro i pregiudizi di una società arcaica e i crucci di un uomo alla ricerca della propria identità.
‘Era una domenica di fine giugno, l’estate stava giungendo al culmine, il cielo era di un azzurro incantevole e quelle poche nuvole imbiancavano il mio pessimo umore’. Così comincia la storia di un ragazzo diciottenne  che grazie ad una vacanza estiva in Sicilia, riesce a superare tra conflitti e dolore la sua tormentata omosessualità. Lavorando in un bar durante l’estate Marco diventa un grande amico e di seguito l’amante del proprietario. e di conoscere una ragazza speciale, Tecla, della quale il ragazzo si innamora. Il complesso gioco sentimentale e la confusa situazione affettiva del protagonista non può lascarvi indifferenti: dopo aver incontrato una bellissima ragazza solare il giovanotto si innamora di lei.

Lo stile, la semplicità della scrittura e l’accuratezza nella definizione dei personaggi fanno di Libro d’Estate un piccolo capolavoro. 

 

‘IL MAGO’ di John Fowles, Rizzoli, 2001, 681 pagine

Un libro del 1966 di uno straordinario saggista e scrittore britannico. Se volete leggere qualcosa per 18 ore filate, con la bocca spalancata, potete farlo con ‘IL mago’. 

Nicholas, un giovane maestro inglese, per evadere da una vita monotona lascia Londra e va a insegnare in una sperduta isola greca. Qui conosce il ricco e affascinante Conchis, che coltiva la psichiatria, il misticismo, la magia. Da una situazione del tutto reale il racconto inizia a creare dimensioni parallele portando sia il protagonista che il lettore avanti e indietro nel tempo. Creati con maestria da quello che per gran parte del racconto appare come l’antagonista/nemico, il Signor Conchis, questi diversi universi tuttavia si liberano presto dall’orizzonte temporale di passato e presente in cui sono stati presentati. Le esperienze cui viene sottoposto il giovane protagonista raggiungono un tale vertice di tensione da sconvolgerne la vita. Realtà, teatro, magia, amore, tutto si mescola in un gioco incredibile di attese e mistificazioni. Passate l’estate con Nicolas sull’isola di Grecia con i suoi paesaggi meravigliosi, sarà davvero interessante!

 

‘LA RAGAZZA DELLO SPUTNIK’ di Haruki Murakami, Einaudi, 2001, 236 pagine.

Anche in questa opera piena di mistero i protagonisti rimangono per un certo periodo sotto il sole della Grecia. Il romanzo viene raccontato in prima persona dal protagonista, un uomo di cui non si conosce il nome, prima studente, poi maestro elementare. E’ innamorato di una sua coetanea, Sumire però non lo ricambia: lo accetta come un amico e un confidente, una persona di cui sembra non poter fare a meno. Lei è invece innamorata di un’altra donna: Myu, una bellissima imprenditrice quarantenne di origine coreana. Solo che anche Myu, pur attratta da Sumire, non vuole concretizzare in amore il loro sentimento. Non vuole o non può: c’è qualcosa di misterioso nel suo passato che le impedisce di amare, che la separa dal mondo. I destini di questi tre personaggi si inseguiranno e si incroceranno durante tutto il racconto.

Riusciranno le due donne a intrecciare i loro destini? Oppure il loro incontro si disperderà senza lasciare traccia, come il famoso satellite russo finito a vagare nello spazio per l’eternità? 

 

“IO NON HO PAURA” di Nicolò Ammaniti, Einaudi, 2001, 219 pagine.

Una storia avvincente di un ragazzo di nove anni che vive nel Sud degli anni ‘70 in un paesino dimenticato da Dio. Michele si trova per caso in una situazione in cui deve combattere con mostri terribili, creati dalla sua fantasia, ma incoscientemente anche con quelli reali, in cui si sono trasformate le persone in cerca di denaro. Nei campi infiniti del grano trova un buco nella terra ed un bambino, che sembrerebbe morto. Terrorizzato dal pensiero che potesse essere ancora vivo trova il coraggio e torna per la prima volta. E da qui inizia un’amicizia tra i due coetanei, che alla fine appare più forte della paura, della promessa data al padre, una figura importante per il protagonista.

La tragedia degli adulti che si sono trascinati in un delitto grave e implacabile si intreccia nel romanzo con la stessa storia vissuta e vista con gli occhi del piccolo Michele. Aiutare, non abbandonare, avere paura e sconfiggerla. E’ quello che vediamo fare al ragazzino durante il suo combattimento con il destino severo di Filippo. Le caratteristiche che possiede il piccolo eroe sono cosi preziose che viene voglia di seguirlo in tutti i suoi movimenti ed andare insieme a lui fino in fondo.

 

‘TENERA È LA NOTTE’ di Francis Scott Fitzgerald, Enaudi, 2005, 384 pagine

« Sulla bella costa della riviera francese, a mezza strada tra Marsiglia e il confine italiano, sorge un albergo rosa, grande e orgoglioso. Palme deferenti ne rinfrescano la facciata rosata, e davanti a esso si stende una breve spiaggia abbagliante. Recentemente è diventato un ritrovo estivo di gente importante e alla moda; dieci anni fa, quando in aprile la clientela inglese andava verso il Nord, era quasi deserto…’

Dick Diver, un giovane psichiatra, ha sposato una sua paziente Nicole, che un incestuoso rapporto col padre ha reso schizofrenica. L’uomo è diviso fra la straziante storia d’amore con la moglie Nicole e la passione per l’innocenza di Rosemary, una giovane promessa di Hollywood. Anche la moglie si innamora di un’altro con cui la donna inizia una relazione. E’ un ritratto di un’epoca romantica che volge ineluttabilmente al tramonto; un libro struggente sul desiderio di vivere e sulla sconfitta delle proprie aspirazioni.

 

‘FERRAGOSTO IN GIALLO’, Sellerio editore, 274 pagine.

Le star del giallo riunite in una raccolta di racconti per tenere compagnia agli appassionati anche nel periodo più caldo dell’anno.

Andrea Camilleri, Marco Malvaldi, Alicia Gimenez-Bartlett, Erasmo Recami, Antonio Manzini, e Gian Mauro Costa sono tornati a mettere i loro personaggi di successo dietro la stessa copertina, infilandoli in storie di ordinaria quotidianità.

In Notte di Ferragosto (Andrea Camilleri), Salvo Montalbano è alle prese con un cadavere trovato in spiaggia di Vigàta, con una siringa in vena. Un banale caso di overdose, forse, ma non per il commissario più famoso d’Italia.

In Azione e reazione (Marco Balvaldi), la combriccola di anziani che frequenta il BarLume, guidata dal Barrista (con due erre) si trova a indagare sulla morte di un uomo russo.

In Le ferie di agosto (Antonio Manzini) il vicequestore Rocco Schiavone riesce a risolvere il suo ultimo caso romano prima di essere trasferito per espiare una colpa del suo passato.

Ferragosto torna protagonista anche nel racconto di Francesco Recami (Ferragosto nella casa di ringhiera), dove al mistero si unisce l’erotismo scatenato da una «ragazza bionda seminuda, alta un metro e novanta ma nonostante questo formosissima» che all’improvviso si para davanti al signor De Angelis, un pensionato milanese.

Scenari vacanzieri anche per Gian Mauro Costa e Alicia Gimenez-Bartlett. Se il primo ambienta Lupa di mare a Menfi, in Sicilia, la seconda sceglie Barcellona per il suo Vero amore.

Per Sellerio è il secondo esperimento del genere dopo il successo di Natale in giallo.

 

‘IL PICCO DELL’AVVOLTOIO BOLLATI’ di Jason Burdett, 2013, 340 pagine.

Un bel giallo di ambientazione thailandese. Un traffico di organi, due splendide gemelle cinesi, un capo della polizia con modi da gangster, un detective buddhista, una timida ricercatrice inglese che si trasforma in mangiatrice di uomini. E poi Bangkok, Phuket,Hong Kong, Montecarlo… un giallo brillante, forte di un’accurata documentazione su come funziona la prostituzione e il traffico di organi nel Sud-Est asiatico.

 

‘L’INDIMENTICABILE ESTATE DI ABILENE TUCKER’ di Clare Vanderpool, EDT-Giralangolo, 2012, 384 pagine
Abilene Tucker è stata mandata a trascorrere le vacanze estive in quella sperduta cittadina del Kansas. Insieme alle due nuove amiche troverà strane lettere e misteriose mappe per un’indagine davvero avvincente e l’estate che si prospettava così noiosa si trasformerà in una lunga avventura fatta di mistero, passione e amicizia.

Gli avvenimenti descritti nel racconto succedono in un periodo storico particolare, dopo la grande depressione, nel Kansas degli anni ’30.

Una storia trascinante, piena di mistero che grazie alla sua atmosfera ci ricorda quella di Tom Sawyer e Huckleberry Finn.

L’indimenticabile estate di Abilene Tucker di Clare Vanderpool ha vinto la 32ma edizione del Premio Andersen come Miglior Libro oltre i 12 anni. Questo libro è scritto per ragazzi, ma come tutta la buona letteratura per ragazzi, sarà sicuramente apprezzata dai lettori adulti.

 

‘L’ESTATE INCANTATA’ di Ray Bradbury, Mondadori, 1985, 224 pagine.

1928, Green Town, Illinois. L’estate è alle porte e Tom e Douglas Spaulding, rispettivamente di dieci e dodici anni, si apprestano ad abbracciarla, ad accarezzarla, a baciarla, insomma a viverla.

L’estate incantata è una raccolta di racconti che ha in comune la presenza dei giovani fratelli Spaulding, a volte protagonisti delle vicende narrate, a volte semplici comprimari. E’ la prima opera della trilogia di Green Town, immaginaria cittadina di provincia che però viene collocata da Ray Bradbury in uno stato realmente esistente, l’Illinois.

L’estate incantata è un libro popolato di ragazzini, di qualche giovane adulto sui trent’anni e di tanti anziani e consiste nella sorprendente narrazione di particolarissimi gesti quotidiani, semplici e a volte perfino scontati, ma che, raccontati dalla penna di Bradbury assumono una valenza straordinaria: ed è così, per esempio, che l’ ascoltare un anziano che parla del suo passato diventa, per dei ragazzini, un incredibile viaggio nel tempo.

Un capolavoro di rarissima poesia ed intensità che, rispetto alla produzione fantascientifica bradburiana, rappresenta una dolcissima variazione sul tema. Il romanzo concentra l’attenzione su uno dei momenti più critici che ogni persona affronta nella vita: il passaggio dall’infanzia all’adolescenza.

 

Alina Abramova

21 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti