Ebook come i libri cartacei, l’Ue concede il taglio dell’Iva

A sancirlo il consiglio Ecofin riunito a Lussemburgo, il quale ha dato il benestare alla proposta che consentirà agli Stati membri di applicare aliquote Iva ridotte alle pubblicazioni elettroniche
Ebook come i libri cartacei, l'Ue concede il taglio dell'Iva

MILANO – Adesso è ufficiale: i libri elettronici saranno riconosciuti e trattati come i tradizionali libri di carta, e l’aliquota Iva da far pagare potrà essere equiparata. A sancirlo il consiglio Ecofin riunito a Lussemburgo, il quale ha dato il benestare alla proposta che consentirà agli Stati membri di applicare aliquote Iva ridotte alle pubblicazioni elettroniche. L’accordo era stato raggiunto già a maggio scorso ma non formalizzato per le resistenze di alcuni Stati membri.

Il commento

“È una grande vittoria per l’Italia e per tutti i lettori europei – È il primo commento del presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi dopo il via libera dell’Ecofin – L’Europa segue la direzione presa dall’Italia, che dal 1 gennaio 2015 ha scelto di applicare  l’Iva al 4% – e non più al 22% – per i libri digitali come per i libri di carta” prosegue Levi. “Segna così la sua grande vittoria, partita con la campagna di AIE #unlibroèunlibro e divenuta un’intera battaglia italiana grazie al sostegno del governo, in una direzione coraggiosa quando in Europa questa era una posizione minoritaria. È grazie a questo grande gioco di squadra che oggi tutti i lettori europei, sia su carta sia su ebook, avranno gli stessi diritti”.

 

© Riproduzione Riservata