Cose da lettori

Crisi del lettore, 6 consigli per combatterla

Tra ritmi di vita frenetici e crisi personali, può capitare di non riuscire a leggere per diverso tempo. Ecco sei semplici mosse per affrontare questo genere di crisi di lettura
Crisi del lettore, 6 consigli per combatterla

MILANO – Ci siamo passati tutti: arriva un momento in cui ci rendiamo conto che è passato troppo tempo dall’ultima volta che abbiamo aperto un libro. Spesso, complice di questi cali di lettura è la vita frenetica di tutti i giorni – oppure, in casi più gravi, una crisi personale. In un breve, ma chiaro articolo del BookRiot ci vengono presentati sei semplici mosse per affrontare in modo  semplice ed efficace questo genere di crisi di lettura.

 

  1. DISCONNETTERSI

Internet può essere considerato il maggior responsabile nei casi di calo di lettura. Tutti quei momenti della giornata che si trascorrono navigando sui social, riaggiornando continuamente la pagina del profilo sperando di essere catturati da qualche nuova notizia potrebbero essere utilizzati per sfogliare le pagine di un libro.

 

  1. AFFRONTARE UN GENERE DIVERSO DA QUELLO ABITUALE

Cambiare fa sempre bene, anche nell’ambito della lettura. Spesso ci si attacca ad un unico genere che a lungo andare può farci perdere interesse e di conseguenza farci accantonare l’abitudine di leggere. Il consiglio dunque è cercare qualcosa di diverso, magari un saggio o una biografia che ci faccia riscoprire il desiderio di arrivare casa e dedicarsi ad un libro.

 

  1. UTILIZZARE INTTERNET PER TROVARE NUOVE ISPIRAZIONI

Sono moltissimi i siti e i blog letterari che forniscono recensioni e/o consigli per nuove letture. Di grande aiuto sono anche le classifiche di titoli stilate da lettori o editori per far conoscere libri magari passati inosservati o troppo poco pubblicizzati.

 

  1. DEDICARSI DEL TEMPO SOLO PER SE STESSI

L’essere continuamente circondati da altre persone sicuramente non aiuta il momento della lettura. Fondamentale è quindi ritagliarsi del tempo da trascorrere da soli, meglio ancora se in un luogo tranquillo e silenzioso dove potersi dedicare all’arte di leggere.

 

  1. CREARE UNA RUTINE DI LETTURA PRIMA DI ADDORMENTARSI

Diversi studi hanno dimostrato che il momento migliore per leggere è quello che precede il riposo notturno. Per questo motivo dunque  fondamentale creare una rutine di lettura – strategia utile anche per conciliare il sonno.

 

  1. FREQUENTARE UNA LIBRERIA

Fare tappa in una libreria durante una giornata di shopping, o meglio ancora fare una pausa in un book-cafe e sfogliare tutti i libri che suscitano la nostra curiosità, leggerne le prime pagine o la quarta di copertina – e se qualche libro ci prende particolarmente, acquistarlo, o prenderlo richiederlo in biblioteca, prima che passi l’ispirazione.

 

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata
Commenti