Sei qui: Home » Libri » Conto alla rovescia per il salone del libro di Torino, all’insegna della “Primavera Digitale”

Conto alla rovescia per il salone del libro di Torino, all’insegna della “Primavera Digitale”

Dal 10 al 14 maggio va in scena il Salone Internazionale del libro di Torino, la più grande manifestazione d'Italia dedicata al mondo dell’editoria e fra le più importanti in Europa. L’edizione 2012, come da tradizione ricca di eventi e di ospiti internazionali, è incentrata sul tema “Primavera Digitale”…

Dal 10 al 14 maggio la città del Lingotto ospita la classica rassegna internazionale del Libro, dedicata al “pluriverso” del web

 

MILANO – Si rinnova anche quest’anno, giunto alla venticinquesima edizione, il tradizionale e prestigioso appuntamento con il Salone del libro di Torino, promosso dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura (presidente Rolando Picchion). Il tema scelto dagli organizzatori – sotto la direzione editoriale di Ernesto Ferrero – per l’edizione 2012 è “Primavera Digitale”, a sottolineare l’importanza che stanno sempre più assumendo le nuove tecnologie e i social media nell’ambito sia della lettura sia della distribuzione e promozione del libro. In tale ottica, tra i partner internazionali troviamo Amazon e Trekstor, mentre tra gli ospiti numerosi saranno i blogger. Per la prima volta il Salone ospiterà due paesi stranieri, la Romania e la Spagna. Tra gli autori internazionali più illustri, figurano il giallista Hennig Mankell e Christopher Paolini, lo scrittore della saga fantasy di Eragon. La schiera di scrittori italiani è egregiamente rappresentata da nomi quali Erri De Luca, Claudio Magris, Alessandro Baricco. Oltre alle numerose e interessanti iniziative all’interno dei padiglioni del Lingotto Fiere, la rassegna si aprirà alle strade di Torino con l’iniziativa Salone Off.

PRIMAVERA DIGITALE – Il Salone ha scelto tale motivo conduttore per l’edizione 2012 in ragione degli straordinari mutamenti che l’avvento delle nuove tecnologie digitali – dai social media agli e-book, dai tablet alle librerie on line – sta apportando nel modo di scrivere e di leggere, di stampare e di pubblicare, di pubblicizzare e di vendere. Per sottolineare l’importanza del tema, gli organizzatori precisano che la “Primavera Digitale” è un fenomeno che “va al di là dei destini dell’editoria su carta, e investe la società tutta intera”. Tra gli eventi più interessanti, segnaliamo: una tavola rotonda sulle nuove strategie che il digitale impone agli editori, che vede la presenza di importanti case editrici come Mondadori, Feltirnelli e RCS; l’incontro con Beppe Severgnini e Francesco Piccolo dedicato alle nuove pratiche del leggere e dello scrivere sul web; frizzante sarà il dialogo tra Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio su come cambiare la politica attraverso la rete. Gli appassionati di Twitter potranno diventare follower del Salone seguendo @SalonedelLibro e partecipare alle discussioni dei vari eventi twittando con gli hashtag ufficiali #SalTo12 e #SalToff

EVENTI – Lo spazio forse più in linea con la filosofia digitale che anima il Salone è Book to future, interamente dedicato alle nuove tecnologie: e-reader e tablet, device per la lettura e distributori, portali e librerie on line. In occasione del suo venticinquesimo compleanno, il Salone dedica una mostra fotografica, “La Città visbile” (curatrice Luca Beatrice), ai cambiamenti che hanno caratterizzato Torino nell’ultimo quarto di secolo. Ritornano le iniziative Bookstock Village, progetto per i giovani lettori sostenuto dalla Compagnia di San paolo, Lingua Madre, l’area dedicata al meticciato culturale, e International Book Forum, lo spazio business del Salone in cui si affronta il tema dei diritti editoriali e di trasposizione mediatica dei libri (sostenuto dall’Internazionalizzazione delle imprese italiane e dalla Camera di Commercio di Torino). A concludere la rassegna sarà la festa Adotta uno scrittore, il progetto che nei mesi precedenti il Salone ha portato più di 30 autori nelle scuole e nelle comunità per ragazzi piemontesi.

LA STORIA – Il Salone nasce nel 1988 su iniziativa del libraio Angelo Pezzana e dell’imprenditore Guido Accornero, entrambi torinesi. Da subito si è scelto di dedicare ogni edizione ad un tema specifico; la prima, a cui parteciparono 100 mila visitatori e 553 espositori, fu inaugurata dal poeta russo Josif Brodskij, premio Nobel 1987. Nel corso di 25 edizioni, il Salone ha raggiunto numeri importanti. Nell’edizione del 2011 ha accolto più di 300 mila visitatori, 1.300 convegni, quasi 3000 tra giornalisti, fotografi e video operatori, ottenendo una visibilità di più di 3 mila articoli su carta stampata, radio e TV.

6 maggio 2012

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento