Sei qui: Home » Libri » Autori » Classifica dei libri più venduti della settimana, primo De Giovanni
la classifica

Classifica dei libri più venduti della settimana, primo De Giovanni

Ecco la classifica dei libri più venduti della settimana secondo il sito Pausa Caffè. Al primo posto resta stabile de Giovanni.

Ecco la classifica dei libri più venduti della settimana in Italia secondo il sito Pausa Caffè. Al primo posto resta Maurizio de Giovanni con “Gli occhi di Sara” seguito da “Flora” di Alessandro Robecchi e torna sul podio Michela Murgia con “Stai zitta e altre nove frasi che non vogliamo sentire più”.

  1. Maurizio de Giovanni – Gli occhi di Sara

Ancora in testa alla classifica troviamo de Giovanni. Mentre Sara lotta per salvare la vita del nipotino, colpito da una grave malattia, un incontro inatteso spalanca le porte del passato. Due occhi riappaiono nella nebbia di giorni lontani, Sara li riconosce bene. Sono gli stessi che tanti anni prima aveva cercato in ogni modo di dimenticare. In un intreccio che si dipana al pari di un perfetto meccanismo a orologeria, Maurizio de Giovanni scava tra le pieghe della nostra Storia recente e racconta gli inconfessabili segreti di Sara, come non l’abbiamo mai vista. Perché, per la prima volta, gli occhi della donna impenetrabile tradiscono un dolore misterioso e svelano la sua più sincera umanità.

Classifica dei libri più venduti della settimana. Al primo posto de Giovanni

Classifica dei libri più venduti della settimana. Al primo posto de Giovanni

Questa è la classifica dei libri più venduti della settimana, esordisce in testa Maurizio de Giovanni con “Gli occhi di Sara”.

  1. Alessandro Robecchi – Flora

Al secondo posto della classifica troviamo Flora di Alessandro Robecchi. Flora De Pisis è stata rapita. La regina della tivù del dolore, Nostra Madonna delle Lacrime, la principessa del cinismo, la diva tanto umana, l’amore delle masse, la cui popolarità è in gran parte merito di Carlo Monterossi, inventore, pentito, del programma Crazy Love. Ed è a lui che il capo indiscusso della Grande Tivù Commerciale affida la delicatissima faccenda, nella speranza che la trattativa rimanga segreta. Carlo si mette al lavoro con la «sua squadra»: l’investigatore Oscar Falcone, la sua socia Agatina Cirrielli, ex sovrintendente di polizia, e Bianca Ballesi che conosce i segreti indicibili del programma di Flora.

  1. Michela Murgia – Stai zitta e altre nove frasi che non vogliamo sentire più

Sul gradino più basso del podio in classifica troviamo l’ultimo libro di Michela Murgia. Di tutte le cose che le donne possono fare nel mondo, parlare è ancora considerata la più sovversiva. Se si è donna, in Italia si muore anche di linguaggio. È una morte civile, ma non per questo fa meno male. È con le parole che ci fanno sparire dai luoghi pubblici, dalle professioni, dai dibattiti e dalle notizie, ma di parole ingiuste si muore anche nella vita quotidiana, dove il pregiudizio che passa per il linguaggio uccide la nostra possibilità di essere pienamente noi stesse. Per ogni dislivello di diritti che le donne subiscono a causa del maschilismo esiste un impianto verbale che lo sostiene e lo giustifica. 

  1. Camilla Läckberg – Il gioco della notte

Quattro ragazzi, la notte di Capodanno. La festa, l’ebbrezza, un gioco in cui la posta diventa sempre più alta. Camilla Läckberg scandaglia gli abissi dell’adolescenza e il luogo più oscuro e minaccioso che ci sia: la famiglia. Mentre fuochi cadono come paracaduti colorati e girandole luminose esplodono in cielo, Max, Liv, Anton e Martina festeggiano tra di loro la fine dell’anno. Ragazzi ricchi, belli, viziati per il mondo indossano una maschera impeccabile, dietro cui però nascondono odio e dolore.

  1. Me Contro Te – Luì e Sofì, la nostra storia

In questo nuovo e coloratissimo FANTALIBRO vi raccontiamo la NOSTRA STORIA e tanti SEGRETI che non vi abbiamo mai svelato, a partire da quando ci siamo incontrati per la prima volta in quel lontano pomeriggio di qualche anno fa… Il primo bacio, i viaggi, l’arrivo a Milano, i nostri amati cagnolini Kira e Ray, il nuovo amico Cico Criceto… E poi challenge, slime, divertenti attività in tante pagine da leggere, disegnare, scrivere e colorare! Team Trote… Siete pronti?

  1. Valérie Perrin – Cambiare l’acqua ai fiori

Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Dietro un’apparenza sciatta, si cela una grande personalità e una storia piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale. Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. 

7. Toshikazu Kawaguchi – Finché il caffè è caldo

Ancora tra i dieci più venduti in classifica “Finchè il caffè è caldo”. In Giappone c’è una caffetteria speciale.Si narra che dopo esserci entrati non si sia più gli stessi. La leggenda vuole che bevendo il caffè sia possibile rivivere il momento della propria vita in cui si è fatta la scelta sbagliata, si è detta l’unica parola che era meglio non pronunciare, si è lasciata andare via la persona che non bisognava perdere. Si narra che con un semplice gesto tutto possa cambiare. Ma c’è una regola da rispettare, una regola fondamentale: bisogna assolutamente finire il caffè prima che si sia raffreddato. 

  1. Gianrico Carofiglio – La disciplina di Penelope

Penelope si sveglia nella casa di uno sconosciuto, dopo l’ennesima notte sprecata. Faceva il pubblico ministero, poi un misterioso incidente ha messo drammaticamente fine alla sua carriera. Un giorno si presenta da lei un uomo che è stato indagato per l’omicidio della moglie. Il procedimento si è concluso con l’archiviazione ma non ha cancellato i terribili sospetti da cui era sorto. L’uomo le chiede di occuparsi del caso. Penelope, dopo un iniziale rifiuto, si lascia convincere dall’insistenza di un suo vecchio amico, cronista di nera.

  1. Alessandro Sallusti e Luca Palamara – Il sistema. Potere, politica affari: storia segreta della magistratura italiana

Perde posizioni in classifica il libro di Sallusti e Palamara. Palamara, intervistato da Sallusti, racconta cosa sia il “Sistema” che ha particolarmente influenzato la politica italiana. “Tutti quelli – colleghi magistrati, importanti leader politici e uomini delle istituzioni molti dei quali tuttora al loro posto – che hanno partecipato con me a tessere questa tela erano pienamente consapevoli di ciò che stava accadendo.” Il “Sistema” è il potere della magistratura, indistruttibile: chi ci ha provato è stato abbattuto a colpi di sentenze, o magari attraverso un abile cecchino che, alla vigilia di una nomina, fa uscire notizie o intercettazioni sulla vita privata o i legami pericolosi di un magistrato.

  1. Alessia Gazzola – Un tè a Chaverton House

Ultimo posto della classifica per il libro di Alessia Gazzola. “Mi chiamo Angelica e questa è la lista delle cose che avevo immaginato per me: un fidanzato fedele, un bel terrazzino, genitori senza grandi aspettative. Peccato che nessuna si sia avverata. Ecco invece la lista delle cose che sono accadute: lasciare tutto, partire per l’Inghilterra e ritrovarmi con un lavoro inaspettato. Così sono arrivata a Chaverton House, un’antica dimora del Dorset. Questo viaggio doveva essere solo una visita veloce per indagare su una vecchia storia di famiglia, e invece si è rivelato molto di più”.

 

 

 

© Riproduzione Riservata