La capitale dei libri

Polonia, Breslavia nominata capitale mondiale del libro 2016

La città polacca, già capitale europea della cultura 2016, è stata nominata dall'Unesco capitale mondiale del libro 2016
Breslavia (Polonia) nominata capitale mondiale del libro 2016

MILANO – In occasione della giornata mondiale del libro e del diritto d’autore la città polacca Wroclaw (conosciuta agli italiani come Breslavia), è stata nominata dall’Unesco capitale mondiale del libro 2016.

.

BRESLAVIA – Wroclaw, una delle città più antiche e più belle della Polonia, nel Sud-Ovest, sul fiume Oder, attraversata dai suoi numerosi affluenti e canali, e sorge su 12 isole collegate da 112 ponti. E’ sede universitaria, con oltre 50mila studenti.  Wrocław è una città sulla quale hanno messo diverse popolazioni nel corso del tempo. Prima gli austriaci, poi i tedeschi, i russi, ma non ha mai perso la sua caratteristica multiculturale come tutta la Polonia. Con al seconda guerra mondiale è stata distrutta dai bombardamenti, poi la ricostruzione che l’ha fatta risorgere.

.

CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA –  Wroclaw (Breslavia)  oltre a essere stata nominata capitale mondiale del libro dall’Unesco, era stata già proclamata dalla Commissione Europea “Capitale Europea della Cultura 2016”.  L’idea di eleggere una capitale europea della Cultura è nata nel 1985, durante il Consiglio Europeo dei Ministri della Cultura. Dal 2005 le città elette sono diventate due, una per l’Unione Europea, l’altra per i nuovi stati entrati a far parte dell’UE.

.

CAPITALE MONDIALE DEL LIBRO 2016 – Quest’anno la città polacca di Wroclaw è stata nominata capitale del libro e del diritto d’autore. Un titolo che ogni anno l’Unesco assegna a una o più città del mondo. Dal 2001 si sono alternate diverse italiane, passando anche dall’italiana Torino nel 200-2007. La sera del 23 aprile la città celebrerà una notte interamente dedicate alla lettura e alla letteratura trasformando ogni libreria, ristorante e luogo della città in uno spazio per leggere e che omaggerà attori, poeti, scrittori e accademici. Saranno organizzate, inoltre, letture pubbliche in cui i protagonisti diventeranno poesie, romanzi, saggi e racconti che saranno letti ovunque da attori e scrittori per affermare il valore del libro e della lettura.

.

© Riproduzione Riservata
Commenti