BookCity Milano

BookCity Milano, presentata l’edizione 2020. Le novità

BookCity Milano torna dall’11 al 15 novembre 2020 con la sua nona edizione. Ecco le principali novità presentate oggi dell'edizione 2020
BookCity Milano, presentata l'edizione 2020. Le novità

Dopo il successo dell’edizione 2019, dall’11 al 15 novembre 2020 si terrà la nona edizione di BookCity Milano, manifestazione dedicata al libro, alla lettura e dislocata in diversi spazi della città metropolitana. Fin dalla prima edizione, BookCity ha registrato una straordinaria partecipazione di pubblico.

Come comunicato nel video pubblicato online, è stato fissato il termine del 31 maggio per eventi per cui si richiede l’ospitalità in una sede BookCity.  Tutti coloro che vogliono sottoporre progetti e proposte per partecipare e Bookcity potranno farlo dal 27 aprile all’11 settembre 2020.

Bookcity la città aperta ai lettori

BookCity conferma il suo carattere di manifestazione aperta, diffusa, inclusiva, presente in tutto il territorio urbano e metropolitano, largamente partecipata. Durante BookCity teatri, musei, scuole, università, palazzi storici, librerie, circoli e associazioni culturali spazi pubblici diventeranno il palcoscenico dell’amore per i libri.

Non solo, anche case private e negozi testimonieranno il loro amore per la lettura. Durante le giornate incontri, dialoghi, spettacoli, mostre, eventi le cui caratteristiche saranno affidate alle scelte di chi ospita ed è ospitato.

Filiera del libro protagonista

La kermesse coinvolge l’intera filiera del libro: editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, traduttori, grafici, illustratori, blogger, studenti, professori, lettori occasionali o forti, di ogni età, così come chi alla lettura è stato sinora estraneo. BookCity è ogni anno aperta a nuove adesioni e manifestazioni di interesse. Esso si pone come momento di offerta di sapere, di informazione e come occasione di partecipazione critica.

BookCity dalle librerie alle scuole

La manifestazione si articolerà dall’11 al 15 novembre in cinque giornate, di cui la prima ospiterà l’evento inaugurale e la seconda i progetti per le scuole. Il suo centro resta il Castello Sforzesco, al quale si affiancheranno come di consueto numerosi Poli Tematici.

Non mancheranno gli appuntamenti in libreria, gli incontri per il sociale, in Università, nelle sedi periferiche e le letture di nelle case. Inoltre, dopo Dublino e Barcellona, continuano i gemellaggi con la rete delle città creative UNESCO: quest’anno sarà il turno della tedesca Heidelberg.

Bookcity per l’ambiente

Nell’Anno Internazionale della Salute delle Piante, tema di questa edizione sarà l’ambiente con #TerraNostra, un focus che vuole affrontare una tematica urgente e importante, centrale per la città di Milano e non solo. Sospesi tra emergenze e speranze, abbiamo la responsabilità di scrivere un futuro bello e possibile per ciascuno di noi, per le future generazioni e per l’intero pianeta.

Questo racconto collettivo avrà nel rispetto per l’ambiente, per gli altri e per noi stessi i suoi capitoli più importanti. Per il mondo del libro si preannuncia dunque una riflessione comune, partecipata e diffusa per leggere e scrivere insieme un nuovo rapporto con la #TerraNostra.

© Riproduzione Riservata
Commenti