Il bando per sostenere e promuovere le biblioteche del Sud

Viene lanciato il bando per promuovere e sostenere le biblioteche del Sud Italia. Ai progetti più meritevoli verranno dati 100 mila euro
Il bando per sostenere e promuovere le biblioteche del Sud

MILANO – Viene lanciato il bando nel Sud Italia Bando Biblioteche e Comunità, promosso dalla Fondazione con il Sud e dal Centro per il Libro e la Lettura, in collaborazione con Associazione Nazionale dei Comuni Italiani. Il Bando punta a sostenere progetti socioculturali per promuovere la lettura nel Sud Italia. Infatti a fronte degli ultimi sondaggi i dati riferiti alla lettura nel Sud sono molto bassi. Le biblioteche in questo, grazie a un progetto innovativo, potrebbero svolgere un importante punto di riferimento.

LEGGI ANCHE: Sud Italia da record nella maturità, ma le prove Invalsi rovesciano i risultati

Promuovere la lettura al Sud

Secondo l’osservatorio sulla povertà educativa Openpolis- Con i bambini, i ragazzi che non leggono in Sicilia superano il 70%. Mentre nella Provincia autonoma di Trento sono meno di un terzo. Invece in Campania e Calabria i due terzi non hanno letto libri nell’ultimo anno. Sono risultati molto gravi, ulteriormente se si pensa che 1 famiglia italiana su 10 non ha nemmeno un libro in casa. Per questo, per migliorare questa situazione, o per lo meno provarci è stato creato questo bando.
Migliorare l’accesso agli spazi, al patrimonio bibliotecario e ai servizi di supporto alla lettura e allo studio e potenziare le modalità innovative di partecipazione, di confronto sono le gli obiettivi da raggiungere.

Il Bando, attraverso una proficua collaborazione tra pubblico e privato, punta proprio a questo: valorizzare le biblioteche comunali come luoghi aperti, accessibili, pensati per creare reti sul territorio – sottolinea il Presidente della Fondazione CON IL SUD, Carlo Borgomeo –. Soprattutto al Sud, dove statisticamente si legge di meno, è necessario pensare a nuove modalità di accesso, superare l’immagine degli scaffali polverosi e proporre una fruizione del libro più attraente, tecnologica, condivisa. Potremo così coinvolgere realmente i cittadini, richiamare le nuove generazioni e innescare un meccanismo virtuoso di trasmissione del piacere di leggere nelle famiglie, che è il primo passo verso l’emancipazione personale e l’affermazione professionale”. 

Come partecipare

Per partecipare bisogna trovare un accordo di partnership tra almeno tre organizzazioni: una del Terzo settore (soggetto richiedente), una o più biblioteche comunali e un altro soggetto che potrà appartenere al mondo del volontariato e del non profit ma anche delle istituzioni, delle imprese e della scuola, università e ricerca.
I progetti ritenuti meritevoli potranno ricevere un contributo massimo di 100 mila euro (fino al completo utilizzo delle risorse disponibili). Il finanziamento non potrà comunque superare l’80% del costo complessivo del progetto stesso. Le proposte dovranno essere presentate on line, attraverso la piattaforma Chàiros dal sito www.fondazioneconilsud.it, entro e non oltre le ore 13 del giorno 23 settembre 2019. 

Qui è disponibile il bando

© Riproduzione Riservata