Alessia Gazzola ha vinto il Premio Bancarella con ‘Il ladro gentiluomo’

Alessia Gazzola si è guadagnata il Premio Bancarella 2019 con 149 voti su 160. L'opera vincitrice è 'Il ladro gentiluomo'
Alessia Gazzola ha vinto il Premio Bancarella con 'Il ladro gentiluomo'

MILANO – Alessia Gazzola vince l’edizione 2019 del Premio Bancarella con Il ladro gentiluomo (Longanesi) con un totale di 149 voti su 160 schede pervenuto. Il premio, giunto alla 67 edizione, prevede una giuria composta da soli librai.

Alessia Gazzola vince il Premio Bancarella

«Sono commossa e felice – ha dichiarato Alessia Gazzola dopo la vittoria. Sento di dover ringraziare di vero cuore i librai, è un riconoscimento incredibile per me. E ringrazio la mia casa editrice, la Longanesi, e il gruppo GeMS, per l’affetto, il rispetto e la protezione. Con loro mi sento come in una famiglia».

Il ladro gentiluomo è l’ottavo libro della serie investigativa iniziata con L’Allieva, dedicata al personaggio di Alice Allevi. I libri sono diventati celebri anche grazie alla fiction Rai con Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale, che sono stati capaci di far innamorare il pubblico dei personaggi creati da Alessia Gazzola. Con Il ladro gentiluomo, però, la serie è giunta a una battuta d’arresto. L’autrice ci ha raccontato in un’intervista il desiderio di dedicarsi ad altri progetti letterari, ed è ora in libreria con Lena e la tempesta (Garzanti).

Gli altri classificati del Premio Bancarella

Secondo classificato al Premio Bancarella è Marco Scardigli, Évelyne, Interlinea (88 voti); terzo Marino Magliani, Prima che te lo dicano gli altri, Chiarelettere (68 voti); quarto Giampaolo Simi, Come una famiglia, Sellerio (66 voti); quinto Tony Laudadio, Preludio a un bacio, NN Editore (57 voti); sesta Elisabetta Cametti, Dove il destino non muore, Cairo (49 voti).

La consegna del premio si è tenuta in Piazza della Repubblica a Pontremoli, con Sara Rattaro, Presidente del Premio e vincitrice del Premio Bancarella 2015 con il romanzo Niente è come te (Garzanti), e Gioia Marzocchi a presiedere in diretta alla consegna. I librai indipendenti, insieme alla Fondazione Città del libro, alle Associazioni dei Librai Pontremolesi e delle Bancarelle, e col supporto del Comune di Pontremoli, mantengono viva la lunga tradizione del premio, nata nel 1952 grazie all’unione dei librai ambulanti.

© Riproduzione Riservata