LIBRI - Studenti e scrittori a confronto

Adotta uno scrittore, gli autori italiani tornano a scuola per essere adottati dagli studenti

Torna per il tredicesimo anno consecutivo Adotta uno scrittore, iniziativa del Salone Internazionale del Libro in collaborazione con l’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte...

TORINO – Torna per il tredicesimo anno consecutivo Adotta uno scrittore, iniziativa del Salone Internazionale del Libro in collaborazione con l’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, con cui vengono avvicinati i ragazzi delle scuole medie e superiori alla letteratura contemporanea.

 

I PROTAGONISTI – Gli autori coinvolti sono venticinque, tra cui Domenico Starnone, anche sceneggiatore tra gli altri del film La scuola, la fumettista Laura Pariani, Carlo D’Amicis, redattore e conduttore radiofonico nonché ideatore di Pane quotidiano, Francesco Abate, Fulvio Ervas, Charles Lambert, inglese ormai naturalizzato nostrano, ma anche Andrea Vitali, Claudio Fava, Marco Balestracci, Domenico Quirico, Elisa Casseri, Valentina D’Urbano, Mario Calabresi, Margherita Oggero. Insomma, tante storie letterarie, tante opere diverse, tante tematiche proposte su cui riflettere.

 

IL PROGETTO – La formula di Adotta uno scrittore prevede tre incontri in classe tra autore e studenti, il primo su titoli proposti dallo scrittore e scrittrice, che presenta libri che hanno avuto un significato nella sua vita di lettore, il secondo sulle opere invece dell’autore, il terzo su titoli proposti dagli studenti. Adotta uno scrittore vuole avere anche spazio e attenzione alle realtà formative insolite e nate in contesti di disagio e difficoltà, come la Casa di reclusione Rodolfo Morandi di Saluzzo, con classi del Liceo Artistico detenuti , l’Ospedale Regina Margherita di Torino e, da quest’anno, la sezione femminile della Casa circondariale Lorusso e Cotugno di Torino.  Il progetto è riconosciuto a livello nazionale come uno dei più originali e riusciti strumenti di promozione di lettura e scrittura tra i giovani. Nei dodici anni passati ha permesso a più di settemila ragazzi di oltre 240 classi piemontesi di adottare e entrare in contatto con 108 scrittore e a 96mila studenti di entrare gratuitamente al Salone Internazionale del Libro.

 

LA WEB SERIE – Tra tutte le opere proposte, merita una menzione particolare Cattive ragazze, graphic novel edita dalla Casa editrice Sinnos, che racconta le storie di donne speciali e ribelli e che sarà letto, commentato e approfondito dalla Casa di reclusione Rodolfo Morandi che incontrerà anche l’editore Delia Passarelli. Su Adotta uno scrittore ci sarà anche una web serie realizzata da un gruppo di neodiplomati della Scuola Holden, coordinati dal regista Fabio Ferrero e dalla responsabile del Bookblog Augusta Giovannoli. La web serie sarà disponibile sul canale Youtube del Salone del libro. Sempre legato ad Adotta uno scrittore c’è Microfonando, un progetto radiofonico con gli studenti del Liceo Alfieri di Torino, che faranno interviste agli autori trasmesse poi da Radio Grp.

 

INGRESSI AL SALONE DEL LIBRO – Per le classi che partecipano ad Adotta uno scrittore ci sono 12 mila ingressi gratuiti al Salone del libro. Per usufruire dell’offerta è necessario che il docente accompagnatore prenoti la visita della propria classe sul sito  e proceda all’acquisto in prevendita dei biglietti. Ad ogni classe, saranno assegnati a titolo gratuito il 50% dei biglietti richiesti.

 

Elena Romanello

 

13 marzo 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti