Sei qui: Home » Libri » Autori » A Pordenonelegge, il primo libro social de ”il scritore” Natalino Balasso

A Pordenonelegge, il primo libro social de ”il scritore” Natalino Balasso

DAL NOSTRO INVIATO A PORDENONE - Pordenonelegge diventa editore con 'Il libro del Scritore', prima raccolta dei testi del personaggio ideato dal comico Natalino Balasso e divenuto famoso via web. Il volume, acquistabile solo durante le cinque giornate di settembre, vuole essere una provocazione al mondo dell’editoria e della distribuzione...

PORDENONE – Pordenonelegge diventa editore con "Il libro del Scritore", prima raccolta dei testi del personaggio ideato dal comico Natalino Balasso e divenuto famoso via web. Il volume, acquistabile solo durante le cinque giornate di settembre, vuole essere una provocazione al mondo dell’editoria e della distribuzione. Dice il comico veneto: “Volete diventare un luogo per la vendita di gadget”? Ma l’operazione è ancora più radicale perché vorrebbe far avvicinare il mondo virtuale e il pubblico del festival pordenonese tramite il primo libro social, che dimentica le doppie perché è polesano puro ed esprime la visione del mondo de il scritore : “una visione – dice seriamente Balasso – che non deve essere ritenuta banale solo perché scritta in dialetto: Chissà quanti pensatori non hanno trovato la giusta via per esprimersi e quanti invece, solo grazie ad una formidabile dialettica, sono emersi, pur non meritandolo!"

L’IDEA – L’idea è nata da Natalino Balasso che ha proposto agli organizzatori del  festival ( “ legati alla sedia “ chiosa il comico) una collaborazione: la produzione di un libro che eviti i normali canali di distribuzione e che racconti il personaggio da lui inventato con la sua aria trasognata, l’irredimibile dialetto veneto, lo sguardo dolente puntato su abissali profondità, caratteristiche che gli hanno fatto conquistare i favori del pubblico senza comparire in tv, o occupare pagine di giornali, partendo dall’unico spazio localizzato: lo spazio web polesano. Sicuramente il progetto non è un’ operazione commerciale : pochissime infatti le copie stampate.

I CANALI SOCIAL – Ma l’occasione è anche lo spunto perché Balasso con ironia e sarcasmo dica la sua sul mondo della comunicazione e sui  social network: “Mi sono cancellato da Twitter perché ho troppi seguaci : come faccio a seguirli?”. E anche sul futuro dell’editoria anche se le capacità divinatorie de “il scritore“ non vanno aldilà della fine del festival, prevede tuttavia che le grandi case editrici quando non venderanno più libri, gestiranno i file sul web e li faranno pagare. Cambia il medium, ma non la sostanza e la risata del comico si fa amara e il suo umorismo corrosivo.

Pordenonelegge conferma dunque la sua propensione alle novità e al dialogo: si racconterà  tutto questo con un libro, un incontro, e una fascia giornaliera nella tensostruttura che ospita i libri della manifestazione dove Natalino Balasso leggerà alcune pagine del "Scritore". 

Alessandra Pavan

20 settembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata