52sima edizione Premio Campiello, Monica Guerritore presidente della Giuria dei Letterati

La 52sima edizione del Premio Campiello prende il via con la nomina di una grande personalità del teatro italiano alla guida della Giuria dei Letterati. Presidente sarà infatti l'attrice Monica Guerritore...

Il 30 maggio la Giuria dei Letterati riunita a Padova annuncerà la cinquina finalista e annuncerà il Premio Opera Prima. Il 13 settembre a Venezia verrà proclamato il vincitore

MILANO – La 52sima edizione del Premio Campiello prende il via con la nomina di una grande personalità del teatro italiano alla guida della Giuria dei Letterati. Presidente sarà infatti l’attrice Monica Guerritore.

LE DONNE PROTAGONISTE DELLA CULTURA – “Per il 2014 abbiamo fortemente voluto una presenza femminile a capo della Giuria, per riflettere anche nella cultura il ruolo sempre più da protagoniste delle donne nella vita sociale ed economica del nostro Paese”, dichiara Roberto Zuccato, Presidente della Fondazione il Campiello e di Confindustria Veneto. “Monica Guerritore, interprete dalla straordinaria sensibilità culturale, maestra nell’animare la scrittura con le azioni e le parole, saprà coordinare con autorevolezza e competenza i lavori della Giuria dei Letterati, a cui spetta il delicato compito di selezionare le cinque opere finaliste”.

UN ONORE E UN IMPEGNO – “E’ per me un  grande onore presiedere la Giuria dei Letterati della prossima edizione del Premio Campiello”, commenta Monica Guerritore. “Mi impegnerò con serietà e rigore  nel compito che mi è stato assegnato. Le storie, i racconti sono  il mio  mondo “parallelo”, radice prima del mio mestiere di interprete e artefici della mia crescita. Con la più grande libertà di pensiero e apertura intellettuale svolgerò il mio compito nel segno della massima riservatezza”.

LA GIURIA – Rimangono pressoché invariati, rispetto alla passata edizione, i componenti della Giuria dei Letterati del Campiello 2014. Parteciperanno lo storico Riccardo Calimani, lo storico dell’arte Philippe Daverio, la docente di letteratura italiana alla “Sapienza” di Roma Prof.ssa Paola Italia, la presidente dell’Accademia della Crusca Prof.ssa Nicoletta Maraschio, il docente di storia della lingua italiana all’Università di Sassari Prof. Luigi Matt, il docente di letteratura italiana alla IULM di Milano Prof. Salvatore Silvano Nigro, il docente di letteratura italiana contemporanea all’Università Cattolica di Milano Prof. Ermanno Paccagnini, il docente di letteratura italiana contemporanea all’Università di Padova Prof. Silvio Ramat, il presidente della omonima fondazione d’arte contemporanea a Torino, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo.  Esce dalla Giuria, invece, per inderogabili impegni professionali all’estero, la Prof.ssa Anna Ottani Cavina, docente di Storia d’Arte moderna all’Università di Bologna e direttore della Fondazione Federico Zeri.

IL COMITATO DI GESTIONE E IL COMITATO TECNICO – Confermati anche i componenti del Comitato di Gestione e del Comitato Tecnico del Premio Campiello. Il primo, l’organo che si occupa dell’ideazione, organizzazione e pianificazione di tutte le attività del Premio, sarà composto per il prossimo biennio da Piero Luxardo (Presidente), Luca Fiorini, Bruno Giordano e Gaetano Marangoni. Del  Comitato tecnico, che ha il compito di stabilire la piena corrispondenza delle opere ai requisiti del regolamento del Premio, fanno parte Giorgio Pullini (Presidente), Gilberto Pizzamiglio e Ricciarda Ricorda.

IL SISTEMA DELLE DUE GIURIE – “E’ una Giuria dei Letterati qualificata ed eterogenea, che sarà in grado di valutare le opere in concorso dal punto di vista squisitamente letterario, ma anche di cogliere le tendenze espressive più originali della narrativa italiana contemporanea da sottoporre al gusto dei lettori”, evidenzia Piero Luxardo, Presidente del Comitato di Gestione. “Il nostro Premio continua ad essere vincente ed autorevole perché garantisce trasparenza ed autonomia di giudizio proprio grazie alla formula delle due giurie: una, per l’appunto, di specialisti, l’altra popolare, formata da 300 lettori anonimi residenti in tutte le regioni italiane e rappresentativi delle più significative categorie socio-professionali”.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI – Con la definizione della Giuria dei Letterati parte ufficialmente la 52sima edizione del Premio Campiello. Possono partecipare i romanzi pubblicati per la prima volta in volume tra il 1° maggio 2013 e il 30 aprile 2014 e regolarmente in commercio. Al concorso non sono ammessi né saggistica, né poesia, né opere tradotte in italiano da altre lingue.
Il 30 maggio 2014 la Giuria dei Letterati si riunirà a Padova per selezionare la cinquina finalista e annunciare il Premio Opera Prima. Il vincitore della 52sima edizione del Premio Campiello, indicato dalla Giuria dei 300 lettori anonimi, verrà proclamato sabato 13 settembre al Gran Teatro la Fenice di Venezia.

IL CAMPIELLO GIOVANI – Intanto ha già preso il via la 19sima edizione del Campiello Giovani. I ragazzi di età compresa fra i 15 e i 22 anni, residenti in Italia e all’estero, hanno tempo fino al 15 gennaio 2014 per presentare il loro racconto. Per promuovere l’iniziativa, il Comitato di Gestione del Premio Campiello ha definito tra ottobre e dicembre un fitto calendario di appuntamenti nelle scuole e nelle università su tutto il territorio nazionale.

11 gennaio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti