Da Marquez a Coelho

5 libri da leggere per appassionarsi alla letteratura sudamericana

La letteratura sudamericana è fatta di sogni e di realismo magico. È facile innamorarsene, così abbiamo deciso di consigliarvi 5 libri
5 libri da leggere per appassionarsi alla letteratura sudamericana

MILANO – Borges diceva che la letteratura non è altro che un sogno guidato ed è proprio per questa ragione che oggi vi proponiamo cinque romanzi di scrittori sudamericani, per lasciarci guidare da questi scrittori in un viaggio alla scoperta della terra e della cultura che ha dato i natali a scrittori come Gabriel Garcìa Marquez e Isabel Allende. Cinque romanzi per chi ha intenzione di avvicinarsi alla letteratura sudamericana.

LEGGI ANCHE: Gabriel Garcia Marquez, le frasi e gli aforismi celebri

 

Cent’anni di solitudine” di Gabriel Garcìa Marquez

In questo romanzo Marquez cent’anni di vicende di una grande famiglia i cui membri inseguono un destino ineluttabile. Con questo romanzo tumultuoso che usa i toni della favola, sorretto da un linguaggio portentoso e una prodigiosa fantasia, Gabriel García Márquez ha saputo rifondare la realtà e, attraverso Macondo, creare un vero e proprio paradigma dell’esistenza umana. In questo universo di solitudini incrociate, impenetrabili ed eterne, galleggia una moltitudine di eroi, protagonisti, secondo l’autore, di “un romanzo ideale, capace di rivoltare la realtà per mostrarne il rovescio”.

La casa degli spiriti” di Isabel Allende

Una saga familiare del nostro secolo in cui si rispecchiano la storia e il destino di tutto un popolo, quello cileno, nei racconti delle donne di una importante e stravagante famiglia. Un grande affresco che per fascino ed emozione può ricordare al lettore, nell’ambito della narrativa sudamericana, soltanto “Cent’anni di solitudine” di García Márquez.

Gabriella garofano e cannella” di Jorge Amado

Non c’è uomo che riesca a resistere al fascino della bellissima mulatta Gabriella, dal profumo di garofano e dal colore di cannella, creatura innocente, selvatica e spontanea, capace solo di amare e cucinare, ingenua tentatrice in un mondo di proprietari avidi e prepotenti. Un romanzo magico e suggestivo del grande maestro della letteratura brasiliana.

I detective selvaggi” di Roberto Bolaño

“Anziché lo scrittore,” ha detto una volta Roberto Bolaño “mi sarebbe piaciuto fare il detective privato. Sicuramente sarei già morto. Sarei morto in Messico, a trenta, trentadue anni, sparato per strada, e sarebbe stata una morte simpatica e una vita simpatica”. Simpatica, eppure segnata già dalla sconfitta e dalla follia è la vita dei protagonisti di questo libro, che Enrique Vila-Matas ha descritto come “il viaggio infinito di uomini che furono giovani e disperati, ma non si annoiarono mai”. “I detective selvaggi” è infatti il romanzo delle loro avventure, ed è quindi un romanzo di formazione; ma è anche un romanzo giallo nonché, come tutti quelli di Bolaño, un romanzo sul rapporto tra la finzione e la realtà.

L’alchimista” di Paulo Coelho

“L’Alchimista” è la storia di una iniziazione. Così come questo libro può essere una iniziazione alla lettura. Protagonista della storia è il giovane Santiago che, alla ricerca di un tesoro sognato, intraprende quel viaggio avventuroso, insieme reale e simbolico che lo porterà fino all’Egitto delle Piramidi. E sarà proprio durante il viaggio che il giovane, grazie all’incontro con il vecchio Alchimista, salirà tutti i gradini della conoscenza.

 

LEGGI ANCHE: 5 libri da leggere per appassionarsi alla letteratura giapponese

© Riproduzione Riservata