Sei qui: Home » Libri » 5 libri da leggere durante i fine settimana estivi

5 libri da leggere durante i fine settimana estivi

Hai voglia di una lettura leggera e fresca per goderti il fine settimana in vista dell'estate? Ecco 5 libri da leggere perfetti per te.

L’estate si avvicina, e con essa il desiderio di letture più spensierate, leggere, che siano ambientate durante la bella stagione o raccontino di viaggi, reali o immaginari… Se per questo fine settimana hai voglia di rilassarti leggendo bei libri che anticipino la stagione calda, per tema, ambientazione e leggerezza, abbiamo i titoli perfetti per l’occasione. Ecco 5 libri estivi da leggere durante il weekend.

5 libri da leggere nel corso dei fine settimana estivi

Tutto il bello che ci aspetta” di Lorenza Gentile

Il primo dei libri estivi che ti suggeriamo per le tue letture di relax nel weekend è una nuova uscita. Pubblicato lo scorso 4 giugno, “Tutto il bello che ci aspetta” racconta di un paesino bianco nel cuore del Salento, e di una donna che, sfiduciata, ricomincia a credere in sé stessa e nella vita. Te lo consigliamo se ami i viaggi, fisici e spirituali.

Viviamo in un’epoca in cui niente è impossibile, dunque se le cose non vanno dev’essere per forza colpa nostra: Selene se ne è quasi convinta. Passati i trent’anni, non ha ancora trovato la sua strada: dove ha sbagliato?

È stata l’ultima delle sue azioni impulsive, aprire un ristorante che ora è sull’orlo del fallimento, oppure è successo quindici anni fa, quando ha preso la sua prima decisione da adulta? È lì che sono rimaste impigliate le sue aspirazioni?

Per scoprirlo, una notte d’estate fugge da Milano verso un paesino nel cuore della Puglia, il posto dove è cresciuta, immersa in una comunità spirituale, circondata dall’affetto degli amici e della famiglia.

La famiglia Wang contro il resto del mondo” di Jade Chang

Se ami i libri ironici e dissacranti, capaci di portarti lontano con l’immaginazione, ti suggeriamo di immergerti nella lettura de “La famiglia Wang contro il resto del mondo”, il primo dei libri di Jade Chang, un luminoso esordio che mescola road book, epopea familiare e romanzo di formazione.

Charles Wang è emigrato da Taiwan in America tanti anni fa e si è costruito un impero nell’industria dei cosmetici. Ma poi ha rischiato investimenti azzardati, senza sapere che si stava avvicinando una delle più grandi crisi economiche della storia, quella del 2008, e ha perso tutto: fabbriche, negozi, case, macchine. Ma Wang ha un piano.

Andrà in Cina, dove non è mai stato, e recupererà le terre della sua famiglia, confiscate al tempo della rivoluzione.

Prima deve però attraversare gli Stati Uniti per radunare i suoi americanissimi figli, raccogliere lungo la strada i due minori, una studentessa di liceo appassionata di moda e uno studente universitario che sogna di diventare un attore comico, e arrivare a New York dalla figlia maggiore, artista di successo in crisi sia lavorativa sia sentimentale.

Di notte, a New York” di Mark Miller

Per un’incursione a New York, fra gallerie d’arte e appassionanti storie d’amore, ti suggeriamo, fra i libri selezionati, “Di notte, a New York”.

2019, New York. Leo Van Meegeren è appena uscito di prigione dopo aver scontato una pena di tre anni. È un pittore di talento, osserva il mondo attraverso i suoi occhi grigi chiarissimi ed è così abile da riuscire a riprodurre alla perfezione le opere dei grandi artisti del passato e spacciarle per vere.

È proprio questa capacità che l’ha portato dietro le sbarre, e adesso le vittime delle sue truffe gli stanno addosso per saldare i conti. Nel frattempo, Lorraine Demarsan, per metà parigina e per metà newyorkese, si sta preparando a trasferirsi nella Grande Mela per gestire il nuovo ufficio dell’agenzia di comunicazione di cui è socia.

Da qualche tempo, però, riceve inquietanti messaggi anonimi da qualcuno che sostiene di essere l’assassino di suo padre, un celebre gallerista d’arte ucciso a colpi di pistola a Manhattan quando lei era ancora bambina.

I viaggiatori del binario 5” di Clare Pooley

I libri di Clare Pooley sono deliziosi, capaci di far immergere il lettore in un mondo parallelo in cui tutto, anche l’impensabile, può accadere con semplicità estrema.

Ogni giorno alle 8.05 Iona Iverson prende il treno per andare al lavoro e percorre dieci fermate, da Hampton Court alla stazione di Waterloo, accompagnata dal suo cane, Lulu.

Ogni giorno vede le stesse persone, su cui fa ipotesi e che conosce solo per i soprannomi che lei stessa gli ha affibbiato. Naturalmente, non parlano tra loro.

Da pendolare esperta, infatti, Iona sa che sul treno ci sono regole precise che tutti dovrebbero seguire: – Avere un lavoro a cui recarsi. – Non consumare cibo caldo. – Essere pronti a ogni evenienza. –

Non parlare mai con gli sconosciuti. Ma una mattina uno dei passeggeri, che Iona ha soprannominato “Chic ma Sessista”, rischia di strozzarsi con un acino d’uva proprio davanti a lei. Sarebbe morto se non fosse stato per il tempestivo intervento di “Sospettosamente Simpatico”, ossia Sanjay, un infermiere che gli pratica la manovra di Heimlich.

Questo singolo evento dà il via a una reazione a catena, e un gruppo di persone che non hanno quasi nulla in comune se non i loro spostamenti quotidiani scopre che un incontro casuale può trasformarsi in molto di più e che parlare con gli sconosciuti può insegnarci qualcosa sul mondo che ci circonda e su noi stessi.

Gli estivi” di Luca Ricci

Infine, il più “estivo” fra i libri che ti suggeriamo oggi, sin dal titolo, secondo capitolo di una saga dedicata agli amori.

È la notte di San Lorenzo quando un uomo nota una ragazzina al tavolo di un ristorante vista mare. Lei gli appare a sorpresa, come “un desiderio che non avevo espresso, esaudito da una stella che non avevo visto cadere”.

Eppure quell’incontro fortuito lascia il segno, e tra i due comincia una storia particolare, vissuta sotto l’insegna tarlata della crudeltà, consumata da un’estate all’altra, come un appuntamento fisso. Tutt’intorno, Roma, la Pontina, il Circeo sono luoghi avvolti dalla stessa luce spietata che abbaglia i personaggi, la luce insolente dell’estate che a volte non concede “il margine di un’ombra, una possibilità di fuga rispetto a ciò che si è realmente”.

© Riproduzione Riservata