Leggende metropolitane libresche

4 leggende metropolitane legate al mondo dei libri

Libri e leggende, due argomenti che godono sempre di un grande fascino. Avete mai sentito o conoscete una leggenda metropolitana libresca? Vediamo le più diffuse
4 leggende metropolitane legate al mondo dei libri

MILANO – Eccoci di fronte a leggende metropolitane libresche che persistono ancora oggi e che sono da sempre difficili da sfatare. Chi è il vero autore del buio oltre la siepe? Le storie di Harry Potter sono pericolose per i bambini? Cerchiamo di sfatare alcune leggende che restano in vita anche alla verità grazie all’aiuto del sito Barnes&Nobel.

Il vero autore de “Il buio oltre la siepe” è  Truman Capote

Questa corrente di pensiero deriva dal fatto che Harper Lee non abbia più pubblicato un titolo per 60 anni dopo questa prima pubblicazione. Questa pista è tornata alla ribalta con il ritrovamento recente del fascicolo “Go Set a Watchman” attribuito alla Harper Lee che è stato dato alle stampe. Ma da dove è nato questo mito? Beh, Harper Lee e Truman Capote erano amici intimi e si sono sempre aiutati nelle rispettive carriere. I due autori hanno comunque smentito le voci e una corrispondenza del 2006 tra i due ha chiuso tutti i dubbi sulla vicenda.

LEGGI ANCHE: HARPER LEE PUBBLICA DOPO 50 ANNI IL SEGUITO DE “IL BUIO OLTRE LA SIEPE”

 

Harry Potter avvicina i bambini alle arti occulte

Potremmo dire che sarebbe bello se questo fosse vero. Imparare la magia solo leggendola. Saremmo un mondo di piccoli grandi maghi e ogni fantasia potrebbe diventare realtà. Purtroppo nulla di tutto ciò può essere vero. A denunciare le potenzialità oscure dei libri è stato Jack Chick che ha dichiarato che Harry Potter è un passaggio che porterà milioni di bambini all’inferno”.  Le critiche sono arrivate in tempi diversi anche dalla chiesa che dice che le saghe fantasy in generale allontanano i bambini dagli insegnamenti della chiesa.

LEGGI ANCHE: I MOTIVI PER CUI I VOSTRI FIGLI DOVREBBERO LEGGERE HARRY POTTER

 

Dr. Seuss ha scritto un libro che parla di abusi sui minori

In realtà si tratta solo di un fraintendimento. Era stato pubblicato un libro, ora fuori produzione dal titolo “Do You Know What I’m Going to Do Next Saturday?” scritto dalla sua prima moglie. Questo libro contiene frasi che, se estrapolate dal contesto, possono essere fraintese. Una di queste è “Hai mai battuto più di un bambino alla volta?”. La frase non è più così misteriosa se la si inserisce nel contesto sportivo. Quindi anche qui, una leggenda che continua, ma che non è basata su fatti davvero concreti.

 

Hemingway ha scritto una storia di 6 parole

Ernest Hemingway è sicuramente uno degli autori più importanti della letteratura italiana. Si dice che la frase “For sale, baby shoes, never worn” sia una risposta dell’autore a chi gli diceva che non era in grado di scrivere una storia in 6 parole. La verità è però che questa frase esisteva molto tempo prima Hemingway. Il mistero rimane, quanto meno in una forma simile. Ma il mistero più grande da rivelare sarebbe quello di scoprire chi abbia osato sfidare lo scrittore.

LEGGI ANCHE: COME SCRIVERE UN LIBRO, I CONSIGLI DI SCRITTURA DI ERNEST HEMINGWAY 


© Riproduzione Riservata
Commenti