20 anni di Zero

20 anni di Zero, 20 anni di Milano, tra “scoperte, umanità, utopia e sogni”

Compie 20 anni Zero, il magazine che racconta Milano e tutto quello che sa offrire. Per l'occasione ha organizzato 20 ore di festa
20 anni di Zero, 20 anni di Milano, tra "scoperte, umanità, utopia e sogni"

MILANO – Italo Calvino diceva che “d’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda”, ed è proprio di queste risposte che da 20 anni si occupa Zero, il magazine che racconta Milano e tutto quello che sa offrire. La rivista, nell’anno del ventesimo anniversario, ha deciso di aprire il suo archivio storico per condividere le copertine più belle e gli articoli più significativi della recente storia milanese. “Negli ultimi 20 anni – racconta a Libreriamo Andrea Amichetti, fondatore e direttore di Edizioni Zero – Milano è cambiata profondamente nell’offerta di intrattenimento, dalla sempre maggiore qualità dei concerti live a una sempre più ampia diffusione di locali per bere e mangiare. Anche dal punto di vista culturale la crescita è notevole, come dimostra la sempre più ampia offerta di mostre”. Una città in continua evoluzione ma capace di conservare la propria identità. “Milano rimane una città forte, con una grande capacità di accogliere le persone che vengono da altri luoghi e farle sentire a casa. Una città che sa quanto possa farle bene lo scambio culturale”.

LA MIGLIORE AMICA DELLA VOSTRA RAGAZZA – Quella di Milano è un’identità variegata, che le permette di essere tante città allo stesso momento ed è su questa varietà che ha preso forma Zero. “Da 20 anni – racconta Andrea Amichetti – Zero è la migliore amica della vostra ragazza, è il cuoco in cucina e non in tv, è il barman, è almeno 20 centimetri, è il vostro parrucchiere, è una terza abbondante, è rincoglionito da un pezzo, è al concerto stasera, è il posto accanto a quello con la gente giusta, è in mezzo alla pista, è il caffè e la brioche, è il Milan ed è l’Inter, è l’arte, è un bloody mary alle 9 di mattina, è il 9, il Giambellino e Porta Venezia, è la vostra guida, è Milano”. Una guida che ormai ha una certa esperienza sul campo. “20 anni di Zero Milano vuol dire 20 anni di articoli per dirvi dove andare a divertirvi a Milano. 20 anni di dj a Milano, 20 anni di arte a Milano, 20 anni di concerti a Milano, 20 anni di design a Milano, 20 anni di party a Milano, 20 anni di teatro a Milano, 20 anni di film a Milano, 20 anni di aperitivi a Milano, 20 anni di libri a Milano. Soprattutto vuol dire 20 anni di scoperte, umanità, divertimento, utopia, sogni, errori, partitelle, amore, scherzi, viaggi, favole e amicizia. Questo ha voluto raccontare Zero Milano in questi ultimi 20 anni e questo continuerà a fare con la sua cifra stilistica unica e inconfondibile”.

LA FESTA PER I 20 ANNI – Oltre a rendere pubblico l’archivio, il magazine ha organizzato un grande evento sabato 28 gennaio 2017 aperto a tutti. Si terrà al Macao, nell’ex Borsa del Macello di Viale Molise 68 (Milano, naturalmente). Una festa dalla durata simbolica: 20 ore per festeggiare 20 anni di vita, un’ora per ogni anno passato, un evento e un tema diversi ogni sessanta minuti. Una serata articolata proprio come è articolato il suo pubblico, formato da persone di diverse generazioni e di diversi interessi, che in Zero hanno trovato però un importante punto di contatto.

© Riproduzione Riservata
Commenti