L'opinione di Cacciari

Massimo Cacciari, “La maturità 2020? Così è una perdita di tempo e soldi”

Il filosofo, accademico, ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari interviene sull'esame di Maturità che inizia oggi. In serata, ha espresso sua opinione sul tema statue abbattute
Massimo Cacciari

“Un esame più anomalo del solito, ma totalmente superato: andrebbe riformato, cambiato”. Lo ha affermato all’Adnkronos Massimo Cacciari, filosofo, accademico, ex sindaco di Venezia, in merito alla Maturità 2020 che comincia oggi. Cacciari aveva già avuto modo di intervenire in merito alla scuola di oggi in un precedente intervento, nel quale si scagliava contro la didattica a distanza.

Esame di maturità? Perdita di tempo

“Direi che l’Esame di Stato così com’è non ha più alcun senso – sottolinea Massimo Cacciari -, sarebbe meglio un bell’esame di ammissione all’università. Un esame nel quale le materie vengono sorteggiate. E’ una perdita di tempo e soldi. Serve una reale verifica della preparazione dei ragazzi, della reale conoscenza acquisita nel lungo periodo di studio. E quest’anno – conclude – è ancora più assurdo”. Insieme ad altri 15 intellettuali, Massimo Cacciari aveva firmato un appello per sottolineare la necessità della scuola classica “in presenza”, con la socialità che non può essere rimpiazzata da monitor e tablet. 

La vicenda statue

Ospite alla trasmissione “Fuori dal coro“, Massimo Cacciari ha avuto modo di intervenire anche su altri temi. Ad iniziare dalle polemiche relative alle statue di alcuni personaggi i ntutto il mondo che vengono imbrattate o addirittura rimosse. Ecco come si rivolge Cacciari verso chi manifesta il proprio dissenso in questo modo. “A Quelli che abbattono monumenti dedicati a certi personaggi sono solo degli idioti ignoranti. Giudicano sulla base delle proprie idee di oggi persone vissute in un’altra epoca ed in un contesto storico diverso. Ma chi credono di essere?”

© Riproduzione Riservata
Commenti