Sei qui: Home » Istruzione » 5 consigli per superare la maturità 2022 e affrontare la scelta post-diploma
esami di maturità

5 consigli per superare la maturità 2022 e affrontare la scelta post-diploma

La maturità 2022 è alle porte: ecco 5 consigli per prepararsi al meglio al fatidico esame di Stato e vivere con più serenità questo momento importante nella vita degli studenti

La maturità 2022 è alle porte e per molti studenti italiani più ci si avvicina alla notte prima degli esami, più crescono sentimenti di agitazione e ansia. Nella giornata di ieri sono stati pubblicati  gli elenchi con i nomi dei commissari esterni per la Maturità 2022 da parte degli Uffici scolastici regionali. Come lo scorso anno, le commissioni d’esame saranno composte da un presidente esterno e da sei commissari interni (anche se supplenti).Per scoprire l’abbinamento dei nomi alle singole commissioni si dovrà però attendere l’ultima settimana di maggio o la prima di giugno.

5 consigli per superare la maturità 2022

Dall’esperienza internazionale dei coach di Elab Education Laboratory – società di consulenza che aiuta i ragazzi a scegliere l’università all’estero più adatta alle loro esigenze e a presentare le domande di ammissione – ecco 5 consigli per prepararsi al meglio al fatidico esame di Stato e vivere con più serenità questo momento importante nella vita degli studenti.

1. Accettare lo stress

La maturità è un periodo di stress per molti ragazzi italiani e reprimere questa forte emozione può creare più agitazione che benessere. Man mano che si avvicina la data del primo esame cresce sempre di più la tensione. Per questa ragione bisogna accettare lo stress e gestirlo, così da proteggersi da sentimenti negativi, come paura e ansia che potrebbero compromettere il risultato.

2. Organizzare bene il tempo

La gestione del tempo è un fattore chiave per studiare in modo più produttivo e prepararsi alle ipotetiche tracce di esame. Infatti, il suggerimento principale per ottimizzare i tempi è redigere un calendario pre-esame (mensile e settimanale), fissando obiettivi di studio in modo da consolidare il lavoro svolto in classe durante l’anno.

3. Tecniche di studio

Per velocizzare il ripasso pre-maturità, gli esperti consigliano di sviluppare mappe mentali, svolgere prove di esame precedenti e utilizzare schemi concettuali o riassunti. Tutte queste tecniche di studio aiutano a memorizzare gli argomenti focalizzando l’attenzione sui temi fondamentali delle singole materie, per svolgere al meglio le prove dell’esame di Stato.

4. Creare l’ambiente di studio perfetto

In vista della maturità, per mantenere alta la concentrazione ed eliminare le distrazioni, è importante predisporre un ambiente di studio adeguato: zero interruzioni, spegnere cellulare e TV. Se si studia con un computer o un tablet, utilizzare app o estensioni per bloccare i social media o altre applicazioni che possono far diminuire l’attenzione. Un ottimo ambiente in cui studiare sono le biblioteche, un luogo perfetto per isolarsi e non essere disturbati da alcun rumore.

5. Cosa fare durante l’esame

Fare 2 o 3 respiri profondi prima di iniziare aiuterà ad eliminare la tensione accumulata. Successivamente i coach suggeriscono di leggere con attenzione tutto il test: deve essere una lettura rilassata e interiore di tutte le domande e le tracce. In seguito cominciare a rispondere ai quesiti che si conoscono meglio e con il punteggio più alto. Infine provare a rispondere alle domande su cui si hanno più dubbi.

La scelta post-diploma

Conclusa la maturità, per gli studenti ancora indecisi sulla facoltà universitaria da intraprendere, arriva il momento definitivo della scelta. Potrebbe sembrare una decisione semplice, ma in realtà, scegliere il percorso di studi più adatto alle proprie attitudini e ambizioni, resta una decisione importante e non così facile da modificare a posteriori.

Per questa ragione gli esperti suggeriscono un test di orientamento che potrebbe sicuramente aiutare gli studenti. Un’ottima soluzione è il test Get Ready 2 Study proposto da Elab Education Laboratory, una valutazione oggettiva dei punti di forza e di debolezza di ogni futura matricola, che sarà in grado di chiarire un po’ le idee in vista di questo importante passo nella vita dei giovani ragazzi italiani.

© Riproduzione Riservata