"una disperata vitalità"

Presentata la nuova stagione del Teatro Franco Parenti di Milano

Come rivela la direttrice Andrée Ruth Shammah bisogna dare forma "a un'inquietudine, a quella ferita che sempre accompagna il nostro lavoro"

MILANO – All’insegna di “una disperata vitalità” parte la 44esima stagione del Teatro Franco Parenti di Milano. Come rivela la direttrice Andrée Ruth Shammah bisogna dare forma “a un’inquietudine, a quella ferita che sempre accompagna il nostro lavoro”. Filippo Timi, alla conferenza stampa di presentazione, aggiunge: “La vita è troppo poco per me, il teatro è meglio”.

UNA DISPERATA VITALITA’ – Tra conferme e novità spicca Notturno di donna con ospiti, di Annibale Ruccello, che festeggia la 850esima replica in più di vent’anni. Torna anche la pièce Casa di bambola di Ibsen diretta dalla Shammah con Timi e la Ruocco che cercherà di replicare il successo dello scorso anno. Gioele Dix presenta invece Malato immaginario alla sua terza stagione. Torna ad aprire la stagione anche il ritratto generazionale Sulla strada con la regia di Raphael Tobia Vogelche racconta di “due solitudini in un incontro che modificherà per sempre le loro vite, fino ad invertirne i destini.”

DA NON PERDERE –  Si parte a ottobre con Mariano Rigillo protagonista di una delle tragedie più sconvolgenti di Shakespeare: Lear. La storia. Segue Uno studio su Pirandello
con Fabrizio Falco
che restituisce in un unico flusso evocativo tre novelle pirandelliane. Già presentato al Parenti in forma di studio la scorsa stagione nel Festival Brecht, il Baal del collettivo Phoebe Zeitgeist diventa ora spettacolo. Incredibile anche Figli di un dio minore che con un cast di attori udenti e non racconta attraverso la storia d’amore fra l’insegnante logopedista James e l’allieva Sara, la sottile linea in cui due universi, solo in apparenza incapaci di comunicare, riescono a dialogare. Dopo il clamoroso consenso raccolto con Qui e Ora, Valerio Mastandrea e Mattia Torre tornano al Parenti con Migliore, una storia sui nostri tempi, sulle persone che costruiscono il proprio successo con il cinismo e disprezzo per gli altri.

LE NOVITA’ – Tra le novità arriva per la prima volta in Italia Le variazioni di Goldberg. Il testo-shock di Tabori propone un “teatro della crudeltà” in salsa yiddish sulle contraddizioni dei rapporti dell’uomo con le religioni. Sonia Bergamasco, attrice e regista ne Il trentesimo anno, propone il testo di Ingeborg Bachmann degli anni ’60. Non solo teatro anche reading, presentazioni e musica. Ad esempio domenica 9 ottobre Arisa sarà al Teatro per un concerto gratuito “on demand” a cura di Sorgenia.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti