Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Pompei. Eros e Mito”, un nuovo documentario per rivivere la leggenda della città
Il film

“Pompei. Eros e Mito”, un nuovo documentario per rivivere la leggenda della città

Al cinema dal 29 novembre al 1° dicembre il nuovo documentario “Pompei. Eros e Mito” di Sky e Nexo diretto da Pappi Corsicato

Pompei. Eros e Mito”, il nuovo documentario di Nexo e Sky diretto da Pappi Corsicato e narrato da Isabella Rossellini, sarà al cinema dal 29 novembre al 1° dicembre. Un’emozionante avventura nel passato per rivivere l’antica città del peccato.

“Pompei. Eros e Mito”

“Pompei. Eros e Mito” è un viaggio indietro nel tempo di duemila anni. Vengono messi a nudo i miti e i personaggi che hanno contribuito a rendere immortale questo sito archeologico unico al mondo che l’UNESCO ha inserito nella lista dei siti Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Dalla storia d’amore tra Bacco e Arianna nella celebre Villa dei Misteri al rapporto ambiguo tra Leda e il Cigno, dalle lotte gladiatorie sino alla disperata ricerca dell’immortalità di Poppea Sabina (seconda moglie dell’imperatore Nerone), il docu-film metterà in scena e analizzerà anche i lati meno noti e più segreti della città. Gli stessi che nel XVIII secolo portarono la Chiesa Cattolica a nascondere alcuni dei reperti più scandalosi e scabrosi recuperati duranti gli scavi.

11-9-cambiarono-mondo-documentario-1201-568

“11/9: le due ore che cambiarono il mondo”, il documentario sull’11 settembre

“11/9: le due ore che cambiarono il mondo”: un film evento con la voce di chi a distanza di 20 anni sta ancora cercando di elaborare quel tragico avvenimento

 

La straordinaria partecipazione di Isabella Rossellini

A condurci attraverso le strade della città in “Pompei. Eros e Mito” sarà una narratrice d’eccezione: la pluripremiata Isabella Rossellini. La sua presenza e la sua voce accompagneranno gli spettatori in un percorso elegante e serrato che mostrerà come i miti e le opere ritrovate abbiano ammaliato e influenzato artisti come Pablo Picasso e Wolfgang Amadeus Mozart. Arricchiscono il percorso tra storia e arte anche le rievocazioni dei miti in chiave contemporanea ideate da Pappi Corsicato: Bacco, Arianna, Teseo, Leda, solo per citarne alcuni, indossano abiti moderni e sono sospesi in un tempo che appartiene sia al passato che al presente, per mostrare quanto l’eredità di Pompei sia ancor oggi una continua fonte di ispirazione artistica.

Il commento di Pappi Corsicato

“Pompei è un luogo che fa parte dell’immaginario collettivo non solo di noi italiani ma di tutto il mondo. Il cinema e la fotografia lo hanno raccontato così tante volte che il rischio di cadere in cliché è alto. È per questa ragione che ho deciso di rappresentare Pompei come un’entità dotata di vita propria, un essere pulsante che continua, dopo 2.000 anni, a essere una fonte continua di ispirazione e di scoperta. Insieme agli autori abbiamo quindi scelto di raccontare le storie che rendono ancora viva Pompei, tra mito e realtà”.

© Riproduzione Riservata