Bravi ragazzi

“Bravi ragazzi”, la “profezia” di Edoardo Bennato scritta 46 anni fa

La canzone "Bravi Ragazzi" scritta nel 1974 da Edoardo Bennato sembra descrivere alla perfezione la realtà che stiamo affrontando in questi giorni
"Bravi ragazzi", la "profezia" di Edoardo Bennato scritta 46 anni fa

“Una di notte c’è il coprifuoco e… pensare che all’inizio sembrava quasi un gioco.” Comincia così “Bravi Ragazzi”, la canzone di Edoardo Bennato scritta nel 1974 e contenuta all’interno del disco “I Buoni e i cattivi”. A rileggere il testo e ad ascoltare le parole, “Bravi ragazzi” sembra essere un brano più che mai attuale, capace di raccontare i giorni della quarantena in Italia.

Il testo di Bravi ragazzi

“Ora non c’è più tempo per pensare, /tutti dentro chiusi ad aspettare./Ognuno ha avuto le sue razioni,/poveri e ricchi, cattivi e buoni./Ognuno ha fatto le sue preghiere,/ora si tratta solo di aspettare.” Già dalla prima strofa sembra che “Bravi ragazzi” di Bennato sia una clamorosa anticipazione di ci che sarebbe accaduto 46 anni dopo, ovvero oggi. Il rimanere chiusi ad aspettare, l’aver fatto ciascuno le proprie razioni ricorda la situazione di chi è costretto a restare in casa ed usce solo per acquistare i beni alimentari di prima necessita.

1

“Hanno parlato tutti…”

“Per fronteggiare la situazione/c’è stato un programma alla televisione./Hanno parlato tutti gli avvocati,/di tutte le bandiere, di tutti i partiti.” Vi ricorda qualcosa? La seconda strofa di “Bravi ragazzi” sembra riproporre, anzi anticipare fedelmente l’eccesso di informazioni in tv da parte di esperti virologi, psicologi, esperti. Non solo, anche il mondo della politica è grande protagonista in questi giorni di dibattiti e confronti accesi. “Ed è stato proprio commovente vedere/tutti quei grandi sacrificare le proprie idee/in nome del bene della gente./Poi hanno dato severe istruzioni:/di stare calmi e di stare buoni.”

Sistemeremo tutto

Profetiche anche le parole del ritornello della canzone di Bennato. “Buoni! Su,/buoni ragazzi!/Ma non è il caso di agitarsi./Bravi! Su fate i bravi ragazzi!/Vedrete che poi…/
Sistemeremo tutto.” Una speranza, quello che tutto si sistemi, che accomuna proprio tutti, “Buoni e cattivi”.

L’attualità del brano non è sfuggita ad un attento critico musicale come Red Ronnie. Oltre ad averne fatto riferimento un paio di sere fa nel corso della puntata “Stasera Italia” su Rete 4, Red Ronnie ha pubblicato il video di Bennato in casa in quarantena che cantava il suo celebre brano, scritto 46 anni fa.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti