Il cerchio della vita, ecco cosa ci ha insegnato il Re Leone

Per celebrare il successo de "Il Re Leone" (2019), abbiamo deciso di avventurarci con voi nella savana africana e scoprire insieme il significato del cerchio della vita
Re Leone

Tratto dall’omonimo film del 1994, il Re Leone torna live action 25 anni dopo a emozionare migliaia di spettatori con la forza dirompente del suo messaggio. La regia è di Jon Favreau, che ha firmato altri remake Disney a cominciare dal “Libro della Giungla” e che, per dirigere la nuova avventura Disney, ha unito le tecniche del cinema live action a immagini-foto realistiche generate al computer, prendendo spunto oltre che dal film del 1994 anche dai documentari della BBC, dal musical di Broadway e da un viaggio fatto da lui stesso in Africa.

Non solo film d’animazione per i bambini, la storia di Simba è diventata negli anni un vero e proprio classico e ha conquistato gli spettatori di tutte le età con i suoi dialoghi memorabili e la straordinaria colonna sonora firmata da Tim Rice, Elton John e Hans Zimmer.

La storia

Il cucciolo Simba prova una grande ammirazione per suo padre, Re Mufasa. Ma non tutti nel regno della savana celebrano l’arrivo del piccolo erede. Scar, il fratello di Mufasa e precedente erede al trono, ha dei piani molto diversi e la drammatica battaglia per la Rupe dei Re si conclude con l’esilio di Simba. Con l’aiuto di una curiosa coppia di nuovi amici, Timon e Pumbaa, un suricato ed un facocero il cui motto è nella ormai nota frase africana Hakuna Matata, che significa “senza pensieri”, Simba dovrà imparare a crescere e capire come riprendersi ciò che gli spetta di diritto.

Il Re Leone come Amleto

Fra i temi più affascinanti e complessi del film, c’è sicuramente la questione del Potere, come le parole di Mufasa suggeriscono nella scena iniziale del film: “Mentre gli altri cercano ciò che possono prendere, un vero re cerca ciò che può dare”.
Accostato più volte all’Amleto di Shakespeare, il Re Leone ripropone il grande dilemma amletico visto attraverso lo sguardo lieve del piccolo Simba, diviso tra l’istinto di fuga e il richiamo alle sue responsabilità di Re.

Il periodo di reggenza di un Re, sorge e tramonta come il sole. Un giorno, Simba, il sole tramonterà su tuo padre e sorgerà con te, come nuovo Re!

Se nella tragedia shakespeariana il conflitto è insanabile, la storia di Simba è invece una parabola ascendente, un racconto di formazione, dove il protagonista trova nei personaggi che incontra e nelle esperienze che vive la possibilità di un riscatto. Perseguitato dai fantasmi del passato, Simba intraprende un viaggio alla scoperta del sé, che passa attraverso spazi e tempi che esemplificano le tappe della vita: dall’hakuna matata tipico dell’adolescenza alla scelta di tornare a lottare, come presuppone l’ingresso nella vita adulta.

Hakuna matata

“Quando il mondo ti volta le spalle non devi far altro che voltargli le spalle anche tu”. Sono queste le parole che Timon rivolge al giovane Simba per incoraggiarlo a lasciarsi alle spalle il suo doloroso passato e vivere secondo le non-regole dell’hakuna matata, espressione che la Disney ha ereditato dalla lingua swahili e che in italiano si traduce come “Senza pensieri”. Hakuna Matata rappresenta infatti una vera e propria filosofia di vita, un invito a guardare con ottimismo e fiducia al domani, cercando di accettare il passato e le sue ferite con un gioioso inno alla libertà.

Hakuna Matata
sembra quasi poesia
Hakuna Matata
tutta frenesia
senza pensieri
la tua vita sarà
chi vorrà vivrà
in libertà
Hakuna Matata

Il cerchio della vita

Composta nel 1994 da Elton John e Tim Rice, la canzone “The circle of life” apre la scena iniziale del film con un omaggio alla vita intesa come cerchio. Tipica di molte culture africane, la concezione ciclica della vita è uno dei significati fondamentali per capire la storia di Simba e della sua famiglia.
Con “cerchio della vita” si intende il ciclo dell’esistenza di tutti gli esseri viventi, che presuppone la piena accettazione del mistero della vita, che è fatto di nascita, crescita e morte. Nel delicato equilibrio del mondo, natura ed esseri viventi diventano un tutt’uno, connessi soltanto da un filo sottile che va custodito e tutelato nel rispetto di tutte le forme di vita, come Mufasa ricorda al piccolo Simba nella scena iniziale.

Essere re vuol dire molto di più che fare quello che vuoi. Tutto ciò che vedi coesiste grazie ad un delicato equilibrio. Come re, devi capire questo equilibrio e rispettare tutte le creature, dalla piccola formica alla saltellante antilope. Quando moriamo, i nostri corpi diventano erba, e le antilopi mangiano l’erba, e così siamo tutti collegati nel grande Cerchio della Vita

LEGGI ANCHE: Walt Disney, le frasi e gli aforismi celebri del papà di Topolino
LEGGI ANCHE: Il Re Leone

© Riproduzione Riservata