Sei qui: Home » Intrattenimento » I Maneskin vincono l’Eurovision. Trionfo Italia dopo 31 anni
la vittoria

I Maneskin vincono l’Eurovision. Trionfo Italia dopo 31 anni

Maneskin vincono l'Eurovision Song Contest 2021 con il brano Zitti e buoni, con 524 voti. Al secondo posto Francia e poi Svizzera. Dopo Sanremo, un altro successo per la giovane band romana.

La musica italiana trionfa in Europa dopo 31 anni. I Maneskin vincono l’Eurovision Song Contest 2021 con il brano Zitti e buoni, con 524 voti. Al secondo posto Francia e poi Svizzera. Dopo Sanremo, un altro successo per la giovane band romana.

Le votazioni

I Maneskin erano quarti dopo il voto della giuria di qualità, ma ha rimontato su Svizzera, Francia e Malta grazie al televoto. I Maneskin riportano l’Eurovision in Italia dopo 31 anni: sono i terzi artisti italiani a vincere la competizione europea dopo Gigliola Cinquetti nel 1964 e Toto Cutugno nel 1990.

“Rock’n’roll never die”. Il rock and roll non morirà mai. Così Damiano, il carismatico frontman dei Maneskin, ha commentato a caldo la vittoria sul palco dell’Ahoy Arena di Rotterdam. Nell’esibizione finale, con il trofeo in mano, la band ha cantato nuovamente il brano, stavolta senza censurare le parolacce che erano state tolte come richiesto dal regolamento.

L’Eurovision 2021

Quello andato in scena all’Ahoy Arena di Rotterdam è stato il classico spettacolo dell’Eurovision, con grande spiegamento di mezzi per scenografie a grandissimo effetto anche se alla fine i primi tre classificati sono tra i pochi che hanno puntato tutto sulla musica con pochi aiuti di contorno. Ora l’organizzazione della prossima edizione spetterà all’Italia.

Le congratulazioni istituzionali

Anche da Palazzo Chigi arrivano le congratulazioni verso i Maneskin per la vittoria a Eurovision con un tweet partito nella notte, alla fine del festival, dall’account twitter ufficiale della presidenza del Consiglio.

 

La polemica su social

Durante la serata, però, nel mirino dei social finisce Damiano, accusato di aver sniffato cocaina durante la diretta tv (in un video lo si vede abbassarsi sul tavolino) e in molti chiedono la squalifica dell’Italia. Ma il cantante non ci sta e nella conferenza stampa della notte rimanda al mittente ogni accusa: “Io non uso droghe. Non dite una cosa del genere. Niente cocaina”.

I Maneskin

E’ un anno da incorniciare per i Maneskin, già  vincitori della 71ª edizione del festival di Sanremo con il brano inedito “Zitti e buoni“. Un gruppo che rappresenta la novità nel rock italiano, amato dei giovani e dai meno giovani.

I Maneskin sono un gruppo musicale rock italiano formatosi a Roma nel 2016 e composto da Damiano David (voce), Victoria De Angelis (basso), Thomas Raggi (chitarra) e Ethan Torchio (batteria). Hanno raggiunto la notorietà nel 2017 in seguito alla partecipazione all’undicesima edizione di X Factor, grazie alla quale, pur essendosi classificati secondi, hanno firmato un contratto con l’etichetta discografica Sony Music, pubblicando l’EP Chosen nello stesso anno.

I Maneskin danno voce ad una categoria di ragazzi volenterosi di uscire fuori dagli schemi, una fascia di età che non vuole più tacere, ma che vuole far sentire la propria voce in un mondo che spesso fa troppo chiasso. I Maneskin affrontano i pregiudizi, le malelingue, gli stereotipi che vengono imposti ai ragazzi di oggi. Riescono a parlare a quest’ultimi grazie al loro linguaggio carico di personalità e valori.

Reduci del grande successo del singolo “Vent’anni”, avevano già affrontato queste profonde tematiche, conquistando sempre di più una critica musicale che richiede, soprattutto oggi, divergenza

© Riproduzione Riservata