Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » Emma, figlia di Mattia Torre, ritira il David di Donatello per il papà
David di Donatello

Emma, figlia di Mattia Torre, ritira il David di Donatello per il papà

Mattia Torre ha vinto il premio David postumo come migliore sceneggiatura. Sul palco della premiazione, la figlia Emma ha commosso tutti.

Ieri sera c’è stata la cerimonia di premiazione dei David di Donatello. La serata, condotta da Carlo Conti, ha visto una serie di premiazioni emozionanti, tra cui quella di Sophia Loren. A commuovere tutti, però, è stata Emma Torre, figlia di Mattia Torre, scrittore e sceneggiatore scomparso due anni fa. Emma ha ritirato il premio per il suo papà, accompagnata dalla madre Francesca.

Un momento commovente 

Leggiamo sul sito dell’Ansa le parole di Emma Torre, la figlia dello scrittore Mattia Torre, scomparso nel 2019 e vincitore del David di quest’anno. 

“Complimenti a mio padre che ha vinto il premio”, poi ringrazia tante persone che le sono state vicine. “Dedico il premio al mio fratellino Nico che mi fa ammazzare dalle risate e a mia mamma che non si arrende mai. Questo film parla di famiglie sole e bambini che nascono, ringrazio le ostetriche e i medici che non fanno volare via le persone. Bravo papà”.

Il mondo del cinema, nel 2019, aveva particolarmente sofferto la scomparsa del talentoso sceneggiatore. E così, in questo 2021, Mattia Torre si aggiudica un premio postumo per la sua sceneggiatura del film “Figli“. La 66esima cerimonia dei David di Donatello, vede commossi tutti i presenti in platea, compreso il tanto amico, e collega, Valerio Mastandrea. Nonostante l’emozione palpabile, Emma ha preso il microfono senza esitazione, mostrando una grandissima maturità. CorriereTv, in questo articolo, ha inserito il video integrale della premiazione, dove sentiamo anche Carlo Conti richiamare la standing Ovation, tra una lacrima e l’altra. 

Trama di “Figli

Il film scritto da Mattia Torre, è un film che fa ridere e fa riflettere nello stesso momento. Con le grandiose interpretazioni di Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea. Potete vederlo su Amazon Prime Video.

Nicola e Sara sono una coppia innamorata e felice; sono sposati da tempo, hanno una figlia di sei anni e una vita che scorre senza intoppi. Ma quella che era iniziata come una dolce fiaba romantica si trasforma in un vero incubo con l’arrivo di Pietro, il loro secondo figlio. Quella che sembrava una perfetta famiglia media inizia a mostrare i primi squilibri e i due coniugi si ritroveranno a scontrarsi con l’imprevedibile. Iniziano così a emergere vecchi rancori, insoddisfazioni che non riescono più a essere celate e ogni minimo disaccordo sembra essere motivo di litigio. Anche gli amici della coppia mostreranno l’instabilità che sembra innestare la crescita di uno o più figli, soprattutto se non si è più ventenni. L’unica salvezza sembra essere una babysitter, ma la ricerca è ardua e trovare una che faccia al caso loro sembra un’impresa titanica. Tra bimbi che piangono, lavatrici, urla e faccende domestiche accumulate, Sara e Nicola dovranno imparare a gestire la situazione ed affrontare le problematiche di coppia.

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata