Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Bombshell – La voce dello scandalo”, il film sul caso delle molestie alla Fox News
film da vedere

“Bombshell – La voce dello scandalo”, il film sul caso delle molestie alla Fox News

“Bombshell – La voce dello scandalo” è un film del 2019 diretto da Jay Roach che racconta il caso delle molestie sessuali alle giornaliste di Fox News

Alla luce dei fatti della scorsa sera, con la giornalista Greta Beccaglia vittima di moleste in diretta tv, vogliamo proporvi “Bombshell – La voce dello scandalo”, un film del 2019 diretto da Jay Roach che racconta lo scandalo che ha interessato la Fox News sulle molestie sessuali alle giornaliste americane Megyn Kelly, Gretchen Carlson e Kayla Popisil. Vi consigliamo questo film per riflettere ancora una volta su quanto accaduto alla giornalista Greta Beccaglia.

“Bombshell – La voce dello scandalo”, la trama

La storia di tre giornaliste si incrocia all’interno della redazione di Fox News, impero mediatico guidato da Roger Ailes. È il 2016 e Megyn Kelly star della Fox News, sta per moderare un dibattito con Donald Trump e coglie l’occasione per domandargli dei commenti sessisti e delle accuse di molestie. Ciò la porterà al centro di una controversia mediatica a sfondo politico. Nello stesso studio lavora Gretchen Carlson, che durante una diretta TV riceve un commento sessista e, stanca delle molestie, decide di rivolgersi a degli avvocati convinta di ricevere il supporto di altre donne. Più giovane e inesperta è la conservatrice Kayla Popisil, che spera di ricevere presto una promozione, ma non sa bene a cosa sta andando incontro.

giornalista-greta-beccaglia-molestie-1201-568

La giornalista Greta Beccaglia, una storia di “ordinarie” molestie

Giusto tre giorni dopo la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la giornalista Greta Beccaglia è stata molestata in diretta tv

 

Una vergogna ricorrente

“Bombshell – La voce dello scandalo” racconta, in una delle tre storie, la stessa situazione vissuta ieri dalla giornalista Greta Beccaglia. “Molestie” è la parola d’ordine, e purtroppo è sempre associata alla parola “donne”. Quanti casi eclatanti sono passati davanti ai nostri occhi, e quanto poco è cambiato! La violenza sulle donne non è solo quella che si suggella con un omicidio, o con uno stupro. La violenza è anche psicologica e verbale. Tutti quei commenti maschilisti e sessisti sull’aspetto fisico, il catcalling e le tante altre forme di molestia devono essere fermate. Il film “Bombshell – La voce dello scandalo” ne denuncia un esempio.

Ovviamente tutti siamo bravi a omaggiare le donne con una giornata in loro onore, minuti di silenzio per le morte ammazzate e simboli di supporto, ma finchè non cambierà la cultura della nostra società, non ci sarà giustizia.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata