Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » Ariana DeBose, chi è la prima donna afro-latina e queer a vincere un Oscar
oscar 2022

Ariana DeBose, chi è la prima donna afro-latina e queer a vincere un Oscar

L'attrice Ariana DeBose fa la storia degli Oscar e diventa la prima donna Afro-Latina e Queer a vincere una statuetta come migliore attrice non protagonista

Ariana DeBose vince il premio come migliore attrice non protagonista nella 94esima edizione degli Oscar. L’acclamato premio, l’attrice, lo ha meritato grazie alla sua brillante interpretazione di “Anita” nel film “West Side Story” di Steven Spielberg.

Una vittoria che segna la storia

In un’importante fusione tra passato e presente, l’Academy ha assegnato un Oscar all’attrice che ha interpretato Anita in West Side Story, a 60 anni di distanza. Ariana DeBose ha vinto l’Oscar come migliore attrice non protagonista per il remake di Steven Spielberg del musical classico, dopo che Rita Moreno aveva portato a casa lo stesso identico premio, per lo stesso ruolo nella versione del 1962 dello stesso film.

Questa è una vittoria storica, poiché segna la prima volta che una donna di colore apertamente queer porta a casa un Oscar. Durante il suo emozionante discorso di accettazione, Ariana DeBose ha sottolineato il significato del momento e ciò che significa per la rappresentazione sullo schermo.

Per vincere Ariana DeBose ha dovuto battere un’incredibile schiera di grandi nomi, tra cui Jessie Buckley (The Lost Daughter), Judi Dench (Belfast), Kirsten Dunst (The Power of the Dog) e Aunjanue Ellis (King Richard). Nonostante il livello innegabilmente feroce della concorrenza, la DeBose era una favorita incrollabile per la vittoria. Più recentemente, la lodata attrice ha portato a casa premi come attrice non protagonista ai BAFTA Awards di quest’anno, ai Critics Choice Awards e agli Screen Actors Guild Awards.

Le parole di Ariana DeBose durante la premiazione

“Immaginate questa bambina sul sedile posteriore di una Ford Focus bianca. Guardatela negli occhi, vedete una donna di colore apertamente queer e latina che ha trovato la sua vita e la sua forza nell’arte”, ha detto. “Questo è ciò che credo che siamo qui per celebrare. Quindi, a chiunque abbia mai messo in discussione la propria identità, vi prometto questo: C’è davvero un posto per noi”.

DeBose ha continuato: “Ora capite perché Anita dice ‘Voglio stare in America’”, ha detto DeBose. “Perché anche in questo mondo stanco in cui viviamo, i sogni si avverano”, il che è stato accolto con un forte applauso dalla folla emozionata.

Nello stesso discorso, DeBose ha reso omaggio a Rita Moreno, che era anche presente tra il pubblico, e l’ha ringraziata per aver aperto la strada ai latini a Hollywood.

“Mi stai guardando in questo momento e ti sono molto grata. La tua Anita ha aperto la strada a migliaia di Anita come me. E ti amo tantissimo”, ha detto DeBose.

L’omaggio ad una grande attrice: Rita Moreno

Rita Moreno, che storicamente è diventata la prima latina a vincere un Oscar, ha passato molto tempo a conoscere Ariana DeBose durante le riprese di West Side Story. Non solo la Moreno è stata produttrice esecutiva del progetto, ma ha avuto un piccolo ruolo nel film di Spielberg come negoziante di nome Valentina. Per quanto riguarda l’eredità di interpretare Anita, Moreno dice di non aver parlato consapevolmente con DeBose.

“Sapevo in che posizione delicata si trovava Ariana”, aveva detto Moreno al New York Times. “Volevo che fosse assolutamente sicura che non le imponessi nulla. Quindi, da buona padrona di casa, ho deciso di tenere per me alcuni di quei pensieri. Lei ne conosceva l’enormità”.

 

Stella Grillo

© Riproduzione Riservata