Sei qui: Home » Intrattenimento » Alda Merini e le iniziative per onorare l’immortale poetessa
Alda Merini

Alda Merini e le iniziative per onorare l’immortale poetessa

Oggi celebriamo Alda Merini. L’Italia e la Tv portano avanti diverse iniziative per parlare della grande poetessa.

Oggi 21 marzo 2021 sarebbe stato il compleanno di Alda Merini, che avrebbe compiuto novant’anni. La Merini è una delle potesse più amate nel nostro paese, che ha fatto della sua follia e della sua vita complessa, oggetti di poesia e pura arte. Per ricordare il nome di questa grande poetessa, in Italia sono state portate avanti diverse iniziative suo nome. Scopriamo insieme come, ancora oggi, al damerini viene ricordata.

Casa delle Arti, Milano, per la poetessa dei Navigli

Importante ricordare la nuova gestione della Casa delle Arti – Spazio Alda Merini da parte dell’Associazione ‘Piccola Ape Furibonda’. Sulla pagina Facebook e Instagram “Spazio Alda Merini” sarà trasmesso il video della performance “Il sogno canta su una corda sola” di Andrea Bianconi, su progetto di Casa Testori, con la collaborazione artistica di Donatella Massimilla. Lungo un percorso simbolico sui Navigli di Milano, che va dal “Ponte Alda Merini” a via Magolfa 32 – sede della Casa delle Arti – 21 diverse voci di donne – artiste, attrici, ex detenute, cittadine – hanno dato vita a una performance libera e “on the road”, attraverso 90 titoli di 90 poesie della Merini scelte da Bianconi per celebrare i 90 della poetessa.

Sky racconta Alda Merini con Paolo di Paolo

Sky racconta la poetessa dei Navigli in maniera inedita, grazie a Paolo di Paolo. Oggi 21 marzo dalle 19.05 su laF (Sky 135), in occasione della Giornata Mondiale della Poesia, vanno in onda gli episodi di “FUOCO SACRO – Il talento e la vita” con protagonisti Alda Merini, della quale ricorre anche il 90° anniversario della nascita, e Cesare Pavese

In “Alda Merini – Una poetessa al telefono” il racconto di Paolo Di Paolo ci conduce nel periodo buio della poetessa milanese che, dal 1964, dopo il matrimonio e la nascita delle prime due figlie, la vede entrare e uscire per 20 anni dal manicomio. Un luogo di solitudine e disperazione che con il tempo diventa per lei un rifugio, con cui intesse un rapporto quasi simbiotico, raccontato nelle pagine de “La pazza della porta accanto”, di cui Federica Fracassi interpreta gli estratti più significativi.

Un racconto che ripercorre anche la rinascita coraggiosa di Alda Merini, quando torna nella sua Milano e inizia a rialzarsi, fino a diventare oggi un idolo della tv e del web, oltre che un caso editoriale unico.

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti
Precedente

Come combattere razzismo e discriminazione, l’esempio di Toni Morrison

“Acqua” di Gabriele d’Annunzio, una poesia sulla vitalità della natura

Successivo