Sei qui: Home » Frasi » Maya Angelou racconta in una frase quale sia il dono più bello
La frase del giorno

Maya Angelou racconta in una frase quale sia il dono più bello

Maya Angelou ci spiega quale sia un regalo che possiamo fare tutto l’anno per rendere felici le persone che amiamo

Nonostante il Natale sia appena passato, Maya Angelou ci insegna nella frase di oggi che c’è un dono universale che possiamo fare alle persone che amiamo per renderle felici, ovvero il nostro sorriso. Potremmo conservare questa citazione e farne un fioretto per il nuovo anno.

“Se dentro di te conservi anche un solo sorriso, donalo alle persone che ami”

Regalare un sorriso

Un sorriso è la cosa più bella che possiamo ricevere e donare alle persone che amiamo. Il semplice gesto di sorridere, che in realtà coinvolge ben dodici muscoli facciali, riesce a trasmettere un’tenore quantità di emozioni e sensazioni. Si sorride, infatti, per comunicare amore e affetto, per condividere la gioia, si sorride per dimostrare a qualcuno che stiamo capendo o ancora per fare coraggio. Per questo la frase proposta di Maya Angelou è più vera che mai. Dovremmo tenerla come monito e, visto il periodo dell’anno, magari, costruirci un buon proposito per l’anno che verrà: impariamo a regalare sorrisi. Chi ci ama, ma anche uno sconosciuto, farà tesoro del nostro gesto.

insegnamento-desmond-tutu-speranza-1201-568

L’insegnamento di Desmond Tutu sulla speranza

In seguito alla recente scomparsa dell’Arcivescovo sudafricano Desmond Tutu, vi proponiamo un suo pensiero sulla speranza

 

Maya Angelou

La poetessa Maya Angelou nacque il 4 aprile del 1928 a Saint Louis nel Missouri, negli Stati Uniti. È famosa soprattutto per essersi impegnata a sostenere le lotte dei movimenti per i diritti civili dei neri insieme a Malcom X e Martin Luther King, e per avere scritto sette libri autobiografici di successo in circa cinquant’anni. Angelou scrisse decine di libri, drammi, poesie e sceneggiature e ebbe una vita ricca e movimentata. Veniva da una famiglia molto povera, divenne ragazza madre a 17 anni, e poi lavorò come cuoca, cameriera, attrice, prostituta, spogliarellista e ballerina, viaggiando a lungo in Africa, insegnando all’università, lottando per i diritti degli afroamericani e ricevendo decine di premi e lauree honoris causa.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata