Fotografia

A Monza in mostra le foto del Sony World Photography Awards

mostra sony

Dal 14 settembre al 28 ottobre, Sony espone alla Villa Reale di Monza le fotografie vincitrici e finaliste concorso fotografico più eterogeneo al mondo, il Sony World Photography Awards…

MILANO –  Dal 14 settembre al 28 ottobre, Sony espone alla Villa Reale di Monza le fotografie vincitrici e finaliste concorso fotografico più eterogeneo al mondo, il Sony World Photography Awards. Ci sono anche 3 fotografi italiani che si sono aggiudicati il primo posto in una delle categorie Professionisti: Gianmaria Gava, Luca Locatelli e Roselena Ramistella, rispettivamente per Architettura, Paesaggio e Natura.

 

La mostra alla Villa Reale di Monza

Torna in Italia la mostra dei Sony World Photography Awards per il terzo anno consecutivo. Il concorso, giunto all’undicesima edizione con ben 320.000 candidature presentate da fotografi provenienti da oltre 200 Paesi, ha battuto ogni record confermandosi la competizione fotografica più eterogenea al mondo per professionisti, appassionati, giovani e studenti. Dal 14 settembre al 28 ottobre il pubblico italiano avrà l’occasione di ammirare le fotografie vincitrici e finaliste nella prestigiosa sede della Villa Reale di Monza, dove la mostra è stata ospitata anche l’anno scorso, registrando oltre 10.000 presenze. Le sale del Secondo Piano Nobile, tra le quali si snoda il percorso espositivo, sono le quinte più preziose e scenografiche per valorizzare il contenuto degli scatti fotografici, che spaziano tra generi e tematiche diverse: dall’architettura ai paesaggi, dalla street photography agli animali selvatici, dai ritratti ai viaggi. Una galleria di 226 immagini che documentano eventi culturali e politici internazionali, raccontano storie di luoghi e persone da ogni parte del mondo, interpretano soggetti legati alla vita di tutti i giorni.

Leggi anche La grande arte torna al cinema con Dalì, Klimt e Monet

 

I vincitori

Anche quest’anno, gli italiani hanno conquistato riconoscimenti importanti: l’edizione 2018 ha visto, infatti, 3 vincitori e 3 finalisti, tutti nell’ambito del concorso Professionisti. Gianmaria Gava ha trionfato nella categoria Architettura con la serie “Buildings”, che raccoglie meravigliosi scatti monocromatici degli edifici di Vienna, in Austria. Luca Locatelli è il vincitore della categoria Paesaggio con la serie “White Gold”, che ritrae il panorama delle Alpi Apuane. Roselena Ramistella si è imposta nella categoria Natura e animali selvatici con “Deep Land”, un corpus di immagini che testimonia il ritorno dei giovani sui Monti Sicani, in Sicilia, per coltivare la terra e allevare il bestiame. La sperimentazione in campo architettonico e geometrico di Gava, l’interazione tra cultura, scienza e ambiente portata avanti da Locatelli, la ricerca sociale condotta da Remistella sono gli elementi che la giuria internazionale ha maggiormente apprezzato. Tra i finalisti, Antonio Gibotta si è aggiudicato il secondo posto nella sezione Scoperta, Matteo Armellini ed Eduardo Castaldo il terzo in Sport e Fotografia Creativa. Il National Award è andato quest’anno a Caterina Bruzzone, con l’immagine dal titolo Exit, una delle opere finaliste della categoria Architettura del concorso Open 2018, nella quale Caterina ha anche ricevuto la menzione d’onore per un altro scatto.

Leggi anche Henri Matisse e il teatro, la mostra ad Aosta

A Monza in mostra le foto del Sony World Photography Awards ultima modifica: 2018-07-14T11:40:00+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti