Tribute to Italy

L’omaggio all’Italia di Steve McCurry, “Siete nel mio cuore, vi sono vicino”

"Tribute to Italy" è il video con cui il fotografo americano Steve McCurry rende omaggio all'Italia, esaltando con frasi e fotografie le bellezze del Paese
L'omaggio all'Italia di Steve McCurry, "Siete nel mio cuore, vi sono vicino"

“Sono vicino al popolo italiano. Siete nel mio cuore” Il famoso fotografo statunitense Steve McCurry rende omaggio all’Italia in questo momento particolare dovuto all’emergenza Coronavirus. MuCurry lo fa con “Tribute to Italy”, il video che esalta le bellezze del Paese attraverso fotografie d’autore.

 

Tribute to Italy

“L’Italia mi ha chiamato a sé più volte di quante ne potrei contare. Vivere bene e pienamente: è questa la filosofia di vita degli italiani, e la gioia di vivere non li ha abbandonati nemmeno in questo periodo.” Comincia con questo toccante messaggio “Tribute to Italy” il filmato che mostra luoghi famosi dell’Italia come Venezia, Ragusa Ibla, Ischia. Sulle note di “Nessun Dorma” come sottofondo, Steve McCurry ha montato una serie di fotografie del nostro Paese alternate con frasi e messaggi d’amore per l’Italia e il suo popolo.

Dichiarazione d’amore

Quello di Steve McCurry è una dichiarazione d’amore agli italiani che “hanno mostrato altruismo e coraggio nell’affrontare una tragedia inimmaginabile. Nessuno dubita che riusciranno a trionfare su questa avversità.” Il fotografo statunitense nel video-tributo utilizza parole emozionanti per il nostro Paese: “Chi non è mai stato in Italia sarà sempre consapevole della propria inferiorità.”

Il fotografo Steve McCurry

In ogni suo scatto, Steve McCurry racchiude un complesso universo di esperienze e di emozioni. Molte delle sue immagini, a partire dal ritratto di Sharbat Gula, conosciuta come la “Ragazza afgana”, sono diventate delle vere e proprie icone. Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea ed è un punto di riferimento per un larghissimo pubblico, soprattutto di giovani, che nelle sue fotografie riconoscono un modo di guardare il nostro tempo e, in un certo senso, “si riconoscono”. Il ritratto della ragazza afgana nel campo profughi di Peshawar, diventato un’icona assoluta della fotografia mondiale, rappresenta un simbolo della speranza di pace.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti