L’Odissea di Omero raccontata dalle fotografie di Stefano De Luigi

Fino al 26 maggio alla Fondazione Stelline di Milano sarà in mostra iDyssey, il progetto fotografico e multimediale di Stefano De Luigi. L'esposizione, curata da Laura Serani, è organizzata e promossa dalla Fondazione Stelline, con la collaborazione del Piccolo Teatro di Milano ...
Fino al 26 maggio alla Fondazione Stelline di Milano iDyssey, la mostra che ripercorre per immagini il viaggio di Ulisse 
 
MILANO – Fino al 26 maggio  alla Fondazione Stelline di Milano sarà in mostra iDyssey, il progetto fotografico e multimediale di Stefano De Luigi. L’esposizione, curata da Laura Serani, è organizzata e promossa dalla Fondazione Stelline, con la collaborazione del Piccolo Teatro di Milano, in occasione di Ulissi Viaggio nelle Odissee e in concomitanza con lo spettacolo Odyssey di Bob Wilson, e col patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Milano e del Comune di Milano.
 
IL FOTOGRAFO – Stefano De Luigi , nato a Colonia nel 1964, è fotografo professionista dal 1988. Nei suoi lavori spazia in campi totalmente diversi, dalla moda ai reportage umanitari. Dal 2003 al 2006, in collaborazione con CBM Italia, ha prodotto il progetto ‘Blindness’ sulla condizione della cecità nel mondo. Nel 2006 Stefano De Luigi ha intrapreso il progetto ‘Cinema Mundi’ che racconta il mondo del cinema alternativo a quello commerciale di Hollywood. Trasformato in cortometraggio , ‘Cinema Mundi’ è stato proiettato al festival del cinema di Locarno e pubblicato su numerose testate internazionali. Nel corso della sua carriera De Luigi ha vinto quattro World Press Photos in diverse categorie . Dal 2008 fa parte dell’agenzia VII. 
 
IL PROGETTO FOTOGRAFICO – Il progetto fotografico e multimediale racconta il viaggio che l’artista ha compiuto ripercorrendo le tappe di Ulisse narrate nell’Odissea di Omero, attraverso novanta immagini, dieci video e un cortometraggio, tutti realizzati solo con l’ausilio di due iPhone. De Luigi, uno dei più apprezzati fotografi a livello internazionale, vincitore di numerosi premi tra cui quattro World Press Photo, collega il passato e il presente della nostra civiltà: da un lato l’Odissea, la più antica testimonianza della nostra eredità culturale, dall’altro il più innovativo dei media. 
 
LA MOSTRA – iDyssey è una Odissea contemporanea realizzata tra marzo e maggio del 2012 utilizzando tutti i mezzi di trasporto possibili per attraversare il Mediterraneo in dodici tappe, da Troia a Itaca, dalla Turchia alla Tunisia, all’Italia e alla Grecia. Le opere fotografiche, presentate in un allestimento suggestivo, sono affiancate da dieci video, in cui personaggi incontrati lungo il tragitto leggono e interpretano, nella loro lingua originale, estratti dal capolavoro omerico e da video in bianco e nero, di trenta secondi ciascuno, che rappresentano dei tableaux vivant di varie situazioni. iDyssey è l’occasione per raccontare, con la contemporaneità e le nuove potenzialità semantiche dello smartphone, luoghi legati tra loro da miti e leggende antichissime, di descrivere paesi, persone e culture delle tre sponde di un mare che rappresenta un ponte ideale tra tradizione e civiltà di Asia, Africa ed Europa. Lo spirito da grande reporter di De Luigi non ha potuto esimersi dal documentare le realtà in rapida trasformazione delle nazioni attraversate. Ecco allora la testimonianza della crisi della Grecia, che è anche quella di una certa identità europea, o le profonde aspirazioni della Tunisia dopo la primavera araba, o ancora i flussi migratori lungo il fiume Evros e la lotta tra laicismo e radicalismo religioso che vive in Turchia una fase acutissima; senza dimenticarsi del sud dell’Italia, sempre in bilico tra illegalità e voglia di cambiamento.
 
25 aprile 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA 
 

© Riproduzione Riservata
Commenti