Matrimoni nella letteratura

12 proposte di matrimonio mal riuscite tratte dal mondo dei libri (Parte 1)

Per dichiararsi ci vuole coraggio, ma bisogna saper farlo nel giusto modo. Ecco le 12 proposte di matrimonio da brividi tratte dal mondo dei libri
12 proposte di matrimonio mal riuscite tratte dal mondo dei libri

MILANO – La proposta di matrimonio è uno degli eventi che una ragazza aspetta con più ansia. Vorrebbe che fosse tutto perfetto, ma non dipende da lei. Esiste la proposta di matrimonio perfetta? Spesse volte la letteratura è stata accusata di illudere le lettrici romantiche proponendo modelli davvero poco realistici, sia nel bene che nel male. Anche se poi terminano in matrimoni felici , alcuni sono nati da proposte impacciate o davvero da brividi. Vediamo le proposte più mal riuscite della letteratura grazie al sito Huffington Post.

.

1) Mr. Collins e Elizabeth Bennet (Orgoglio e Pregiudiziodi Jane Austen)

Prima del trionfo romantico, la povera Elizabeth riceve una terribile dichiarazione da Mr. Collins. E’ difficile dire quale sia la parte peggiore della sua proposta, i suoi flebili riferimenti alla passione o la svuotata razionalità attraverso la quale sottolinea le ragioni pratiche ed economiche che si celano dietro la sua decisione di sposarsi. Si rende anche in parte ridicolo quando continua a credere che lei sia disposta a sposarlo quando è chiaro a tutti il contrario. Rifiutare una proposta di matrimonio è già difficile, ma diventa fastidioso quando lo si deve fare per una decina di volte.

.

2) Mr. Darcy ed Elizabeth Bennet (Orgoglio e pregiudiziodi Jane Austen )

Per Elizabeth non è finita qui, deve affrontate un’altra particolare proposta di matrimonio, quella dell’attraente Mr. Darcy. Molte lettrici amano la storia d’amore tra i due personaggi usciti dalla penna dalla Austen. Come può accettare una donna di sentirsi dire che sposarla sarebbe un terribile errore? Una proposta in cui Darcy attacca duramente la famiglia della ragazza e la sua posizione sociale. Caro Mr Darcy, essere bello non ti autorizza a comportarti così.

.

3) Gwendolen Harleth e Grandcourt (“Daniel Deronda” di George Eliot)

Non vogliamo svelare nulla ai nostri lettori. Ma nel momento in cui il ricco Grandcourt si propone a Gwendolen, tutti sanno che i due non si possono sposare. La situazione economica in cui versa la donna, però, la spinge a prendere in considerazioni le avance. Entrambi sono consapevoli di questa situazione, così la proposta di matrimonio finisce per essere costruita come un contratto economico, piuttosto che come una vera e propria dichiarazione d’amore.  

.

4) Scarlett O’Hara e Rhett Butler (“Via col ventodi Margaret Mitchell)

Rhett sceglie di dichiararsi a Rossella il giorno del funerale di suo marito Frank. Non solo, la donna si ha bevuto molto perché si sente molto in colpa per quello che è successo.  L’uomo poteva scegliere un momento peggiore per dichiararsi? La risposta è sicuramente no, diciamo che avrebbe potuto aspettare qualche giorno.

.

5) Iris Chase e Richard Griffen (L’assassino ciecodi Margaret Atwood)

 La giovane Iris Chase non ha molto tempo per considerare la proposta di Richard Griffen. È così ingenua che non si accorge neanche che l’uomo, molto più grande di lei, le sta facendo la corte. Fino alla tremenda rivelazione in cui il padre le fa capire che sposare quell’uomo può essere l’unica soluzione per salvare la sua famiglia.

.

6) Leonard Bankhead e Madeleine Hanna (La trama del matrimoniodi Jeffrey Eugenides)

Leonard fa la proposta di matrimonio a Madeleine, il suo grande amore del college. Ma solo il lettore sa che Leonard sta curando le sue gravi tendenze depressive. Poco prima della proposta ad esempio, bacia addirittura un’altra ragazza. Madleine è puretroppo ignara di tutto e si lascia andare ad un “sì”, che conoscendo bene le cose, non avrebbe mai detto.

 

© Riproduzione Riservata