Lettera di Viviana Salvi

Lettera di Viviana Salvi

Ti ho sentito entrare; sì eri tu.

Con i tuoi occhi stanchi, con la tua barba incolta.

Ti ho sentito entrare: la chiave nella toppa della porta; uno scatto, due,
i tuoi passi e poi il silenzio.

Ascoltavo sommersa nei miei pensieri, nelle tue parole di sempre.

Ti ho sentito entrare e nel cuore ho avvertito un colpo,
improvviso, profondo.

Hai aperto la porta, lo so, e sei entrato.
Riesco a sentire il tuo odore,
le tue mani frugare nelle tue tasche per accenderti una sigaretta.

Sei fermo, forse aspetti che io mi faccia sentire, che ti chiami,
ma al cuore ho un dolore.

Ti ho sentito entrare. Nel cuore una porta, la mia.
Hai fatto piano, in silenzio, lo so, eppure
dentro di me è tempesta, è uragano, è quiete
e poi di nuovo mareggiata.

Ti ho sentito entrare.

Benvenuto Amore. Benvenuto.

© Riproduzione Riservata
Commenti