Lettera di Morena Bussola

Lettera di Morena Bussola

Caro amico

Ti scrivo solo ora che ti ho ritrovato, dopo molti anni passati lontano da te, dopo tutti quegli inverni a soffiare sulle mani gelide, tutte le estati a sdraiarsi sull’erba per contemplare le nuvole passare come aerei in cielo.

Non ho dimenticato la data il tuo compleanno , non ho dimenticato tutte le nostre scorribande giovanili, le nostre fughe, i bagni al lago, tutte le risate e i pianti fatti insieme, noi così irrequieti e alla continua ricerca del nostro posto nel mondo.

Ti scrivo perché mi sei mancato, il tempo è stato crudele con noi, ci ha separati e ci ha resi schiavi del nostro destino. Mi angoscia sai pensare a tutte le promesse che non abbiamo mantenuto e tutte le cose che non siamo riusciti a dirci.

Vorrei sapere tutto adesso di te, se anche tu hai lottato nei momenti peggiori, se hai avuto anche tu molto dalla vita che poi toglie tanto, se leggi ancora poesie e ti emozioni con un bel tramonto, se scrivi di notte e poi ti addormenti stanco ma felice perché in fondo hai scelto la vita che hai.
Vorrei sapere se anche tu aspetti sempre un ultimo abbraccio, un bacio o un sorriso…

Perché io si, come allora lo faccio ancora.

© Riproduzione Riservata
Commenti