Lettera di Lisette Z.

Lettera di Lisette Z.

Vecchia amica,

mi trovo immersa fra alti scaffali di libri e la luce degli ultimi raggi di sole che illuminano il giorno filtra dalle grandi finestre. Il cuore in tal luogo di pace naviga fra onde dolci, le tempeste quotidiane si placano. Come se ogni autore conoscesse un po di me e mi sussurrasse confortanti parole, prendendosi cura del mio animo.

Quanti cambiamenti, quanti anni trascorsi; in questo tempo una nuova stagione mi ha colta impreparata. L’albero dei giochi e della spensieratezza ha perso le sue colorate foglie, lasciando spazio a freddi rami spogli. Il mio cuore é spoglio! Non ero pronta ad una vita vuota di colori. Non mi abituo mai alla frenesia del nostro tempo, al sistema della nostra società, a un mondo che sigilla sottovuoto le proprie buone emozioni! E libera violenza, menzogne, ipocrisia. Condanna i giusti, abbandona i deboli. Occhi colmi di sofferenza. Ingiustizia di un Dio che spreme fino all’osso la tua fede. Sono alla continua ricerca di amore puro, in ogni sua forma..siamo orfani di sensibilità! Come possono i delicati petali resistere sullo stelo del fiore in terra arida di sentimenti!?

Mi arricchisco di pace, in pochi momenti! Lo sai, ho imparato ad amare la natura piu che mai, a camminare in essa, a fare arte! Ho percorso kilometri col peso dello zaino in spalla, lontana tanti altri kilometri da casa, pur di trovare quella leggerezza nel cuore, quella sana comunione con altre anime che la quotidianità annulla!

Allora quando il cielo si fa scuro, riesco a liberarlo dalle nubi e in un attimo mi ritrovo di nuovo fra le strade in cammino verso Santiago, o a mirar le stelle su un altopiano, a cogliere l’infinita potenza dell’ Oceano e sentir il profumo di fichi in terre antiche, che paiono aver conservato la semplicità di epoche lontane!

Sono una nostalgica, questo é risaputo. Una romantica. Una sognatrice. Un’amante. Una donna che ama i tramonti. Che li ama un po’ di piu se in compagnia di anime affini!

Amica mia, sento la mancanza di abbracci mai ricevuti o dati! Imparerò a lasciarmi andare, a fidarmi delle cose belle della vita.

Amica mia, sarebbe bello incontrarsi ancora solo piu una volta; confidarsi, ancora. Condividere un pomeriggio fra quelle strade di campagna, nei prati fino a quando il sole sparisce dietro al granturco, quando quella luce rende tutto magico.

Anima mia affine sarebbe il tramonto piu bello..

Ti ho sempre nel cuore,

buona vita!

Lisette.

© Riproduzione Riservata
Commenti