Lettera di Ida Lorusso alla nonna

Lettera di Ida Lorusso alla nonna

Cara nonna,

ti scrivo perché se penso ad un destinatario ideale penso ancora a te.

Ad oggi resti il soggetto più naturale, quello degli scatti fotografici tanto buffi quanto magnetici, quello delle poesie in dialetto, dei biscotti rubati, dei ricordi spazzati via da inverni freddi e da una malattia impietosa.

Ti scrivo ora perchè questa tua nipote un po’ sgangherata ha necessità di lasciare traccia di una malinconia che a parole pronunciate non riesce proprio a buttare fuori. Scrivere è sempre stato più facile per me che porto il tuo nome con un certo orgoglio.

Solo tre lettere che conservano tutta la memoria che tu scordasti ma che qui hai trascritto in ogni stanza della nostra casa, in molte canzoni, nelle tue poesie sgrammaticate, nelle barzellette sconce e nelle nostre maledette primavere. Te lo dovevo scrivere, così nonna dovessimo anche dimenticarlo noi noi ci sarà sempre una lettera a ricordarci.

Ida

© Riproduzione Riservata
Commenti