Lettera di Giulia Chiara Cortese

Lettera di Giulia Chiara Cortese

Mia dolcissima nonnina,

non ho mai scritto una vera lettera e le poche volte che ho provato a farlo non ci sono riuscita.
Sentirsi così impotenti di fronte a certe cose mi ha fatto sentire vuota: ed è per questo che scrivo a te questa mia missiva, per mettermi in gioco ancora una volta.

Chiamarti semplicemente “nonna Anna” mi sembra sempre troppo scontato ed è per questo che spesso non ti parlo, perché le parole da dirti mi sembrano sempre poche e troppo banali.

Inimitabile, bellissima e, diciamocelo, anche molto affascinante; una figura fondamentale nella mia vita, sempre pronta a sostenermi e a rendermi partecipe di ogni tua emozione.

75 e non sentirli, una donna che ancora riesce ad essere un’icona di bellezza, una figura austera, ma allo stesso tempo “morbidosissima” e conosciuta da tutti come un’ottima cuoca.

Nella tua vita ne hai passate così tante che, fossi stata al tuo posto, non so se avrei avuto la forza di andare avanti e rialzarmi ancora più forte.
Dieci anni fa hai perso la tua ancora: l’eccezionale nonno Pasquale, che è stato il tuo tutto ed ancora un po’ lo è, vivo nei tuo ricordi.
Sarò sincera: manca anche a me da morire, e quasi mai lo ammetto, perché so che anche tu desidereresti averlo al tuo fianco e ancora condividere tante belle emozioni insieme a lui.

Potrei definirti la mia fata turchina: rotonda, tutto fare, unica e anche un po’ magica.
Non sempre ti sono riconoscente per tutto quello che in ogni istante fai per me, ma basta uno sguardo per aggiustare tutto. Senza di te la mia vita avrebbe un vuoto incolmabile che anche l’affetto di una Mamma straordinaria non potrebbe riempire.
Di quello che abbiamo vissuto non cambierei neanche una virgola, perché ogni attimo è stato e sarà speciale, ne sono sicura.

Non c’è cosa più bella del renderti fiera di quello che sono, quando mi tiri su e mi incoraggi dicendo che nella vita tutto ha un perché e quando mi prepari quello che mi fa impazzire per farmi sentire ancora più coccolata.
Non so se leggerai questa lettera, ma una cosa la so per certo: tutto quello che mi hai insegnato e quello che un giorno farò anche grazie a te, sarà solo una piccolissima parte di tutto ciò che meriti.

Forse non tutti i miei sogni si realizzeranno, ma ho la certezza che tu mi hai sostenuto in ogni istante perché il tuo sogno più grande è quello di vedermi veramente felice.
Ogni giorno mi rendo conto sempre di più che averti come nonna è un grande privilegio e vorrei che tu fossi qui per sempre …

© Riproduzione Riservata
Commenti