Lettera di Fulvia Anna Piccolo a Giulia

Lettera di Fulvia Anna Piccolo a Giulia

Carissima Giulia

Il 28 luglio 1998, sei nata. Non voglio prenderla da lontano, ma quando la tua mamma, una delle mie più care amiche, ti ha messa per la prima volta tra le mie braccia, è nato un grande amore. Mi hai sorriso e dopo un po’ ti sei addormentata quieta. Sei sempre stata una bimba gioiosa, allegra, curiosa e simpatica. Hai nutrito un’intelligenza vispa che ti rendeva una bimba capace di mettere in difficoltà gli altri con le tue domande precise e coerenti e che ti ha fatta diventare una splendida ragazza che approfondisce con precisione qualsiasi argomento le interessi e non solo.

Cerchi, infatti, quando l’impegno è richiesto dal dovere, di stimolarlo quell’interesse, per affrontare la situazione nella migliore predisposizione possibile. Sei rimasta curiosa, come lo eri da bambina ed alimenti questa tua inclinazione, leggendo avidamente di tutto, dai libri di avventura ai saggi di psicologia, riuscendo a non risultare un topo di biblioteca. Sei un’entusiasta della vita e ben decisa a godere di tutto quello che di positivo ti può portare: sai cogliere le occasioni, valutarle e scegliere con chiarezza rispetto ai tuoi progetti, che già alla tua età, sono abbastanza precisi e concreti. Io ti ho vista crescere e adoro i tuoi genitori per lo splendido lavoro che hanno fatto con te, rendendoti una ragazza sicura di se ma non saccente e presuntuosa. Tutto l’amore di cui sei stata circondata e che ancora è fortissimo nell’ambito della tua famiglia “allargata”, ti ha resa una personcina forte e solida, ma con una concreta consapevolezza dei suoi limiti.

Ti fai ascoltare, ma non cerchi di predominare sugli altri con malcelato orgoglio, sei una ragazza tenera, a cui piacciono ancora le coccole della zia, ma abbastanza sveglia ed integrata nella sua età e nella sua epoca. Hai una notevole capacità di concentrazione che ti aiuta ad affrontare anche le situazioni complicate: ti ho vista gestire crisi scolastiche ed adolescenziali con grande emozione ma anche tenendo ben presente la realtà ed analizzando il più serenamente possibile tutte le varie sfaccettature che quelle situazioni ti mettevano davanti, scegliendo come una ragazza della tua età può e deve scegliere, ma con una presenza di spirito che ho trovato difficilmente anche in alcuni adulti.

Di sicuro io ti amo immensamente ed affermo senza ombra di dubbio, che un legame di sangue non potrebbe aumentare l’amore che ho per te, ma sono abbastanza presente a me stessa, avendo osservato e continuando a farlo, tanti adolescenti, che sei un’eccezione: una meravigliosa ragazza che diventerà una splendida donna, con le idee chiare, ma sempre pronta a metterle in discussione, con una forza interiore che non intaccherà mai la sua tenerezza, con una solidità che non le impedirà mai di sentire ed ascoltare le sue emozioni, con un’intelligenza viva che non smetterà mai di nutrire e con una gioia di vita così sfavillante che nessuno mai potrà nemmeno lontanamente tentare di sbiadire.

Perciò tesoro mio, in bocca al lupo per tutto quello che la vita ti offrirà e che tu accoglierai con il solito entusiasmo di sempre…con grande amore

Zia Fulvia

© Riproduzione Riservata
Commenti