Lettera di Desiree’ Nigito allo zio

Lettera di Desiree' Nigito allo zio

Caro, ti scrivo

Ormai sono passati quattro anni da quando hai cambiato residenza, sembra ieri, eppure sento ancora il tuo profumo di borotalco tra le stanze, chissà se ancora lo utilizzi, o magari hai cambiato fragranza.. spero comunque di no! perché ogni volta che ti penso mi viene in mente “quel profumo” .. sai l’altro giorno al supermercato ho visto sopra uno scaffale la boccettina che ti piaceva tanto, quella con la mamma e il bambino .. allora l’ho acquistato, si lo so che è una pazzia perché non mi riporterà indietro te.. però ammetto che a volte ci spero.

Spesso la tua voce mi fa compagnia in quelle notti insonni dove tutto mi parla di te, ogni cosa mi parla di te: Il sole al mattino, la luna la sera, i grilli, le cicale e le farfalle.. ma ti ricordi quante ne raccoglievi per me? e quanti sorrisi mi rubavi? zio mi manchi, così tanto che a volte prendo la foto quella mia e tua..e si, hai capito quale, quella dove mi hai tirato la torta in faccia per il mio compleanno.. quel giorno ti ho rimproverato. Adesso, quanto vorrei che al prossimo compleanno ci sia una torta ad aspettarmi sul tavolo e tu nascosto dietro la porta per farmi una sorpresa.

No! non piango mai per te l’ho promesso, e quindi per non far scivolare quelle brutte goccioline d’acqua sul viso guardo in sù.. tutti mi dicono che sono una sognatrice e si, hanno ragione! sogno di riaverti qui, con me.. rivoglio i tuoi abbracci, la tua mano salda ad ogni caduta, il tuo sorriso ad ogni mia lacrima..
ma nonostante tutto qua giù va bene non ti preoccupare.. mi riprenderò (prima o poi).

Allora ti aspetto al prossimo tramonto quando il cielo tocca il mare.. ti ricordi? quanti ne abbiamo visti insieme?
Non dimenticarti di me io non lo farò MAI.

Mi manchi tanto Zio Salvo .

Con profondo affetto e stima

Tua nipote Desiree’

13 ottobre 2015

© Riproduzione Riservata
Commenti