Lettera di Barbara Gani

Lettera di Barbara Gani

C’è chi dice che se una cosa deve succedere, poi succede. Io non lo so. So solo che ti amavo vent`anni fa e che ti amo oggi. So che le nostre strade venta`anni fa si divisero e che ognuno ha vissuto la propria vita. So che ti ho amato sempre e so che abiti dentro me.

E quel giorno, quel 28 Aprile di sei mesi fa ne ho avuto conferma. Io camminavo tra la gente, assorta nei miei pensieri sotto una leggera pioggerellina. Era l`ora di pranzo e la gente correva e spingeva su quel marciapiede. Improvvisamente, non so per quale motivo, alzo lo sguardo e di fronte a me, tra gente che camminava, correva, telefonava, parlava, ti ho visto.

Prima dei miei occhi ti ha visto sicuramente il mio cuore perché è balzato in gola. Avevi un paio di occhiali da sole, una felpa marrone e uno zainetto nero. Mi sono fermata, paralizzata direi…

Tu mi hai sorriso. Mi avevi vista. Mi sei venuto incontro e mi hai salutato con il più bellissimo Ciao mai ricevuto. Mi hai dato una pacca sulla spalla e hai preso a camminare con me. Erano passati venti anni… venti. Ma non era passato nient`altro. Tu eri ancora tu ed io ero ancora io.

Tutti quegli anni, tutti quei chilometri si resero un insignificante dettaglio. Abbiamo passato il più bel pomeriggio insignificante della mia vita. Non ci siamo curati della gente, della pioggia e del tempo. Abbiamo parlato delle nostre vite… io mi son persa nei tuoi occhi azzurri, almeno cento volte. Tu mi hai chiesto se ti portavo a visitare Volterra, prestavi servizio militare lì in quegli anni.

Abbiamo fatto notte, parlando e raccontando di noi seduti sul muro sotto il carcere. Ci siamo abbracciati. Ti ho detto il mio amore. Ti ho detto grazie. Ti ho detto ti aspetto. Tu mi hai detto che sono uno stupendo sogno ma in Sicilia, a casa tua, hai la tua realtà. Ci siamo detti ti voglio bene piangendo.

Le nostre lacrime si confondevano con la pioggia! Ti ho poi riaccompagnato in albergo. In auto ci siamo salutati , abbracciati e tu mi hai baciato la fronte…. Come sei apparso all`improvviso, sei andato via. Ecco, quello che vorrei, che voglio dirti, è che possiamo stare con chi vogliamo, ma c’è nel mio cuore un posto speciale tutto per te. Ti amerò a distanza, in silenzio ti custodiro` perché non importa se non ti vedrò più… importa che ti amo, ti ho amato e sempre amerò te.

Barbara

© Riproduzione Riservata
Commenti