Lettera di Annalisa Angiolini al nonno

Lettera di Annalisa Angiolini al nonno

Caro nonno,

Oggi ho seguito uno dei tanti preziosi consigli che mi hai….insegnato.Sono andata al mare e,tu sai…quando in un giorno freddo e “normale”cosa voglia significare….scappare al mare. Ho guardato, ascoltato, odorato….il mare e ….ti ho pensato.Ho avuto nostalgia delle rose,delle rose che mi hai insegnato ad amare e a prenderne cura…..perché da una semplice rosa….mi hai fatto capire che l’amore è…. Cura,pazienza,tenerezza,rispetto….Ho pensato a quando mi hai insegnato a leggere,ancora prima di iniziare la prima elementare…..e da lì…. La mia passione dei libri e della lettura……con te scherzavo e sbagliavo di proposito le date storiche,quando mi risentivi storia,perche mi piaceva vederti”borbottare”.

Ma oggi ….sì, oggi…..ero arrivata ad un limite di sopportazione tale che…..mi sei venuto in mente tu quando mi dicevi…”Lisina,quando tutto sembra schiacciarti,feriti,umiliarti e vuoi urlare il tuo dolore…. Vai al mare….il mare ti ascolta,il mare ti rassicura,rasserena…..ed io….sarò li….sarò il vento che ti accarezza le guanciotte,ti avvolge in un abbraccio,ti sussurra all’orecchio”.

Oggi so che eri anche tu li con me al mare….sono diventata donna,una donna che ha cresciuto due splendidi figli,guardami!!tu mi hai mostrato che voler bene e’ meraviglioso e semplice,na….nessuno, nessuno oggi sembra capirlo….tutti troppo presi dal loro…ego…trova il modo di donare tenerezza,una carezza,nessuno sa ascoltare anche se io devo sempre comprendere tutti,…….a volte mi sento davvero tanto sola….perché dietro alle mie risposte o provocazioni….nessuno sa leggere la stanchezza o il dolore o i miei piccoli bisogni ,di minute attenzioni o di semplici parole dolci o di puro e semplice calore…..

Ma….sono stata fortunata ad aver avuto te,nonno,come “Cicerone “nei primi passi della mia vita….non so cosa mi riservi ancora la vita….ma è sicura una cosa….tu….anche se sei in una dimensione diversa….sarai sempre con me….continuerò a provare a crescere,migliorarni e leggere leggere leggere e appena possibile viaggiare….dove la tranquillità mi aspetta…..

Ma soprattutto continuerò il…..Carpe diem….come sostenevi tu…finché il gioco ne vale la candela….perché la vita è fatta di attimi….e chi non sa apprezzare gli attimi….non sa apprezzare la vita….non sa apprezzare me e gli attimi con me….

Grazie, nonno.

Lisina

© Riproduzione Riservata
Commenti