Lettera d’amore di Emanuela Vittuozzo al suo ragazzo

Lettera di Emanuela Vittuozzo al suo ragazzo

Caro, ti scrivo (lettera al mio ragazzo)

Rammento ancora il momento in cui t’incontrai: i nostri occhi si videro e non vollero dividersi più.

Fu l’inizio di un gioco dolce e spietato, profondo quanto enigmatico ma dovemmo presto arrenderci all’amore.

I giorni passavano ed io stavo in disparte: troppo timida mi vedevo e troppo impedito risultava ogni mio tentativo di poter scambiare una parola con te.

Ma tu mi guardavi, mi ammiravi: mi specchiavo nel tuo sguardo e vedevo l’adorazione, vedevo la felicità.

Morte più dolce non c’è che poter annegare nei tuoi occhi, se potessi mi perderei in quel mare blu cobalto e non volendo rinunciare a questo sentimento d’amore, ho fatto di te il padrone del mio cuore.

Ora che il mio cuore possiedi, custodiscilo con gelosia, perché col pennarello indelebile, io ci ho scritto il tuo nome sopra.

Emanuela Vittuozzo

9 ottobre 2015

© Riproduzione Riservata
Commenti