Lettera alla vita di Roberta Orati

Lettera alla vita di Roberta Orati

Cara vita,

scrivo a te su semplici fogli bianchi,da molto tempo ormai. Scrivo, perché in me risiede da sempre la paura di non ricordare gli eventi che hanno caratterizzato questo mio tortuoso ma anche meraviglioso percorso con te.

Come ben sai, tu vita, non sei stata semplice,un’infanzia vissuta in una bellissima famiglia numerosa,dove sicuramente non c’era il superfluo, ma dove non mi è mancato l’affetto.

Un’adolescenza alle prese con l’esperienza lavorativa,di cui ne vado veramente fiera,il mio lavora che ancora oggi mi dà grandi soddisfazioni,e poi arriva l’Amore ,quello con la A maiuscola, lui, l’uomo che mi è vicino anche oggi,dopo trentaquattro anni,lo stesso uomo che mi ha reso madre,di un figlio straordinario.

Sedici anni sono passati da quel giorno, Si…quel giorno tutto poteva capitarmi ,ma mai avrei pensato che sarebbe nato un angelo.

A dire il vero tu vita ,avevi destinato mio figlio al cielo, ma Dio a pensato bene che tanta meraviglia meritasse di essere tra noi.

Si vociava in ospedale:”è nato un bambino che non doveva nascere”.Oggi capisco esattamente cosa è un miracolo e cosa è un dono di Dio.Tu figlio mio….Grazie vita!

© Riproduzione Riservata
Commenti